Si suicida il giorno della presunta laurea. Il folle gesto di uno studente che non aveva mai dato esami

SuicidioUna terribile disgrazia colpisce l’Università Roma La Sapienza, uno studente di 28 anni,  si è lanciato ieri all’alba dal quarto piano della sua camera in un palazzo nel cuore di Montesacro.  Alla base del folle gesto ci sarebbero le sue attuali condizioni universitarie, infatti dal 2009 P.S era iscritto a Ingegneria alla Sapienza e proprio ieri avrebbe dovuto laurearsi. Ma il ragazzo non aveva mai dato esami.

Ai genitori, titolari di un negozio nel quartiere Talenti, aveva sempre raccontato che gli studi andavano bene, che gli esami non lo preoccupavano e che li superava con facilità. La data della laurea fissata a metà ottobre, era stata spostata a ieri: ore 15, aula Magna. Ma all’alba le bugie si sono trasformate in un muro troppo alto da affrontare.
E’ stato il fratello ad accorgersi del cadavere dello studente verso le 6,30. Il corpo giaceva immobile sul selciato, quattro piani più sotto, davanti al finestrone del salotto lasciato spalancato. Ai poliziotti il padre del 28enne suicida ha raccontato che proprio quel giorno il figlio doveva laurearsi, ma è bastato un rapido controllo per scoprire che erano state tutte bugie.

Connettiti!
Leggi articolo precedente:
Attacco di panico da WhatsApp. Studenti le vittime più colpite

L’attacco di panico da WhatsApp ha diverse modalità di manifestazione e condizionamento della sua vittima. Tutti vi chiederete di cosa stiamo...

Chiudi