Il manuale anti-stalking: la nuova app per difendersi dai molestatori

20141030_stalking.jpg.pagespeed.ce_.bEqAmrJv5lL’iniziativa è stata presentata il 30 ottobre, a Palazzo Marino, sede del comune di Milano, in presenza dei rappresentanti della Regione, dell’Asl, dei carabinieri e dell’ospedale Niguarda.

Si tratta di un vademecum con l’insieme delle leggi sul tema, delle informazioni e dei suggerimenti per combattere e contenere il fenomeno dello stalking. Il manuale consente, dunque, di potersi documentare e di accertare la condizione che molte donne si trovano spesso a dover affrontare da sole.

La app di Telefono Donna e Asl Milano, spiega Stefania Bartoccetti, fondatrice di Telefono Donna, offre inoltre la possibilità di tenere un ‘diario’ con la descrizione dei propri dati, dei dati del molestatore e di tutti gli episodi da inviare per una richiesta d’aiuto, così da poter agire tempestivamente.

Con questa iniziativa si vuole andare incontro alle vittime di un fenomeno che, purtroppo, conta sempre più casi. Solo lo sportello milanese, dal 2010 al 2014, ne ha registrato 690. Nell’84% dei casi le vittime sono donne dai 26 ai 45 anni e gli stalker sono ex (una volta su due), conoscenti (una su cinque), vicini (una su dieci) o familiari, colleghi e sconosciuti (8% dei casi)
Connettiti!
Leggi articolo precedente:
Test medicina: rettori chiedono incontro urgente a Giannini. Situazione insostenibile pregiudica avvio anno accademico

I rettori “preso atto della gravissima situazione che si è venuta a creare nell’ambito dell’area medica” chiedono ai ministro Giannini un incontro...

Chiudi