Gomorra Day: sedici minuti di videomessaggio di Roberto Saviano

Università dell’Insubria – Tre ore di incontro, oltre duecentocinquanta partecipanti, sedici minuti di videomessaggio di Roberto Saviano e un grande protagonista: Marco D’Amore, alias Ciro, che ha catturato l’attenzione del variegato pubblico del “Gomorra day”. Questi i numeri che hanno decretato il successo dell’evento – organizzato dal Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione – un intero pomeriggio dedicato all’approfondimento del fenomeno televisivo “Gomorra – La serie”, produzione Sky Atlantic, non solo come serial di successo nel mondo, ma anche per le ricadute sociologiche che ne ha determinato.

Il tema, introdotto da Katia Visconti, docente di Storia e media dell’Università dell’Insubria, è stato approfondito sotto molteplici aspetti, “Gomorra – la serie” come fenomeno televisivo-mediale e come fenomeno storico-sociale, da Andrea Bellavita, docente di Linguaggi televisivi e crossmediali dell’Università dell’Insubria; Mauro Gervasini, docente di Linguaggi audiovisivi dell’Università dell’Insubria, direttore Film TV; Antonio Orecchia, docente di Storia contemporanea dell’Università dell’Insubria.

Il video-messaggio di Roberto Saviano

Ad aprire i lavori il lungo video-messaggio fatto pervenire da Roberto Saviano – autore del best seller dal quale la fiction è tratta – realizzato in esclusiva per l’Università degli Studi dell’Insubria. I docenti universitari si sono alternati con le voci di Antonio Visca, head of SKY Atlantic HD; e di Marco D’Amore, appprezzato protagonista del Gomorra Day. Ad arricchire l’iniziativa anche l’intervento in collegamento dei videomakers “The Jackal”, autori della parodia del serial “Gli effetti di Gomorra sulla gente”, che sta spopolando sulla rete.

Connettiti!
Leggi articolo precedente:
Buona Scuola, Giannini: “Giornata storica, cambia modello Istruzione

Una scuola più dinamica, autonoma per davvero, aperta al territorio e al futuro, dotata di risorse (umane e finanziarie) che...

Chiudi