IPSP2015: un’opportunità unica di condivisione ed un’imperdibile esperienza di crescita per giovani ricercatori e aziende

W_018_15_imgHPIndustrial Problem Solving with Physics 2015 (IPSP2015) è un evento della durata di una settimana, organizzato dal Dipartimento di Fisica, dalla Scuola di Dottorato in Fisica e dalla Divisione Supporto Ricerca Scientifica e Trasferimento Tecnologico dell’Università di Trento, in collaborazione conConfindustria Trento e Polo Meccatronica – Trentino Sviluppo. Scopo dell’evento è quello di promuovere la connessione tra Università e mondo delle imprese. Ricercatori giovani e motivati avranno l’opportunità di mettere alla prova le proprie capacità e conoscenze, mentre le aziende selezionate sperimenteranno l’opportunità unica di collaborare con giovani cervelli di talento.

L’edizione 2015 di IPSP si terrà dal 20 al 25 luglio 2015, presso il Polo scientifico e tecnologico “Fabio Ferrari” (Edificio Povo 2), via Sommarive 9 – Povo, Trento.

3 aziende e 30 cervelli (studenti di laurea magistrale, studenti di dottorato, assegnisti di ricerca e borsisti) verranno selezionati per lavorare in gruppo, con l’obiettivo di trovare soluzioni ai problemi tecnologici proposti delle aziende partecipanti. Le soluzioni saranno raggiunte utilizzando le conoscenze, le risorse e le strutture offerte dal Dipartimento di Fisica.
IPSP è volto a creare un ponte per il trasferimento di conoscenze tecnologiche e risorse umane tra l’Università, in particolare il Dipartimento di Fisica, e le aziende. Gli studenti e i giovani ricercatori che parteciperanno all’evento avranno l’opportunità di cimentarsi in nuove sfide applicative, sfruttando trasversalmente le diverse conoscenze proprie della loro formazione scientifica. A loro volta, le aziende partecipanti potranno ottenere una soluzione al problema proposto, sperimentando percorsi alternativi per raggiungere i loro obiettivi. Al contempo avranno l’opportunità di entrare in contatto con giovani di talento in vista di future collaborazioni.

Connettiti!
Leggi articolo precedente:
A Sarah D’Alessandro, biotecnologa dell’Università degli Studi di Milano, il premio l’Oréal Italia-Unesco per le Donne e la Scienza 2015 per lo studio di farmaci contro la malaria

La borsa di studio sarà destinata allo studio di una classe di composti, gli ionofori, con potente attività antimalarica contro...

Chiudi