Friuli – Liveuniversity http://www.liveuniversity.it Informazione Universitaria A Portata Di Click Sat, 03 Feb 2018 22:15:15 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.4 45888252 UNITN – Presentata la candidatura di Trieste a sede dell’EuroScience Open Forum 2020 http://www.liveuniversity.it/2017/07/01/unitn-presentata-la-candidatura-trieste-sede-delleuroscience-open-forum-2020/ http://www.liveuniversity.it/2017/07/01/unitn-presentata-la-candidatura-trieste-sede-delleuroscience-open-forum-2020/#respond Sat, 01 Jul 2017 08:21:32 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=4097 Garantire il massimo sostegno alla candidatura di Trieste a sede dell’EuroScience Open Forum (ESOF) 2020. Un evento continentale di primo piano nel campo della ricerca e dell’innovazione, aperto a cittadine e cittadini, con importanti momenti di confronto con il mondo dell’impresa, con il giornalismo e, soprattutto, con una significativa presenza di giovani ricercatrici e ricercatori. […]

L'articolo UNITN – Presentata la candidatura di Trieste a sede dell’EuroScience Open Forum 2020 sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Garantire il massimo sostegno alla candidatura di Trieste a sede dell’EuroScience Open Forum (ESOF) 2020. Un evento continentale di primo piano nel campo della ricerca e dell’innovazione, aperto a cittadine e cittadini, con importanti momenti di confronto con il mondo dell’impresa, con il giornalismo e, soprattutto, con una significativa presenza di giovani ricercatrici e ricercatori. Questo l’impegno del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e della Ministra Valeria Fedeli, testimoniato dall’intervento del Sottosegretario Gabriele Toccafondi alla presentazione della candidatura della città e del relativo programma PROESOF2020, ieri a Strasburgo, davanti alla Commissione dell’EuroScience.

“Quella di Trieste per uno dei più importanti eventi scientifici d’Europa è una candidatura naturale – dichiara la Ministra Valeria Fedeli – ed il Ministero che ho l’onore di guidare la sostiene con convinzione, insieme a tutto il Governo. L’EuroScience Open Forum troverebbe una sede alla sua altezza, in una città dalla spiccata vocazione multiculturale ed europeista, all’avanguardia nella cultura scientifica, sede di numerose istituzioni nazionali ed internazionali in questo settore, situata geograficamente in una posizione ideale che darebbe a scienziate e scienziati di ogni angolo d’Europa pari opportunità di raggiungerla”.

“Si tratta di una candidatura solida e accuratamente preparata dal punto di vista tecnico e logistico – aggiunge il Sottosegretario Gabriele Toccafondi -. Il Forum avrebbe sicuramente una maggiore visibilità e potrebbe svolgere un ruolo senza precedenti nell’integrazione europea e nelle relazioni tra il nostro Continente, l’Oriente e il Mediterraneo. L’ESOF 2020 potrebbe diventare una pietra miliare nella promozione del ruolo della scienza nella società, in un contesto europeo”.

L'articolo UNITN – Presentata la candidatura di Trieste a sede dell’EuroScience Open Forum 2020 sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2017/07/01/unitn-presentata-la-candidatura-trieste-sede-delleuroscience-open-forum-2020/feed/ 0 4097
Arriva il primo G7 university dedicato all’Università http://www.liveuniversity.it/2017/07/01/arriva-primo-g7-dedicato-alluniversita/ http://www.liveuniversity.it/2017/07/01/arriva-primo-g7-dedicato-alluniversita/#respond Sat, 01 Jul 2017 06:19:58 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=4094 Con le parole del ministro Fedeli si è aperto ieri il “G7 University”, mirato a creare un manifesto comune di crescita e sviluppo degli atenei. Offrire un’educazione uguale per tutti: è questo il tema fondamentale attorno al quale ruota il primo G7 Università, aperto ieri a Udine dalle parole del ministro dell’Istruzione e della Ricerca […]

L'articolo Arriva il primo G7 university dedicato all’Università sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Con le parole del ministro Fedeli si è aperto ieri il “G7 University”, mirato a creare un manifesto comune di crescita e sviluppo degli atenei.

Offrire un’educazione uguale per tutti: è questo il tema fondamentale attorno al quale ruota il primo G7 Università, aperto ieri a Udine dalle parole del ministro dell’Istruzione e della Ricerca Valeria Fedeli. I circa 250 rappresentanti internazionali, tra docenti, studenti, rettori, rappresentanti istituzionali e imprenditori, avranno il compito di stilare un manifesto dell’”Educazione per Tutti”, da cui partire per costruire un percorso di crescita costante del sistema educativo globale.

 

“L’Università oggi più che mai deve dimostrare di aprirsi alla società che cambia, a dimostrazione che la sua missione sociale è importante tanto quanto quella pedagogica e formativa”, queste le parole della Fedeli alla cerimonia d’apertura del G7. Promosso dalla Conferenza dei rettori delle università italiane, vi prendono parte i più importanti rappresentanti accademici di dieci Paesi, tra i quali si annoverano non soltanto Italia, Germania, Stati Uniti, Canada, Giappone, Francia e Regno Unito, ma anche Stato Vaticano, Giordania e Spagna.

Suddivisi in quattro tavoli tematici, fulcro dei lavori è “l’Università come motore dello sviluppo sostenibile e della cittadinanza globale”, che porterà all’elaborazione conclusiva del primo manifesto “G7 University-Education for All”. Attraverso il documento si concorderanno, nero su bianco, le linee guida atte a testimoniare l’impegno delle università nel processo di sviluppo culturale, sociale, economico dei Paesi.

In merito di educazione per tutti si è espressa ancora una volta il ministro Fedeli, sostenendo che “è un diritto fondamentale della persona avere un’istruzione da quando nasce fino alla parte finale della vita. “Siamo chiamati a interrogarci”, ha aggiunto, “su cosa possono fare i sistemi educativi per una sinergia verso uno sviluppo sostenibile, motore fondamentale per lo sviluppo sostenibile che costituisce l’Agenda 2030 dell’Onu”.

La Fedeli ha poi affrontato nello specifico le criticità tipiche del caso italiano, dove le università sono tuttora preda di una crisi senza precedenti, testimoniato dal calo delle iscrizioni e del numero di laureati annui. “Nonostante già dal 2014 il Governo abbia ricominciato a investire nel sistema educativo, il Paese continua a rimanere fanalino di coda rispetto agli standard europei, con differenziali d’investimento non trascurabili”. Non a caso gli atenei nazionali ricevono ogni anno investimenti pari alla metà dei cugini francesi e tedeschi, ponendo la strada ancora in salita per il sistema accademico italiano.

L'articolo Arriva il primo G7 university dedicato all’Università sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2017/07/01/arriva-primo-g7-dedicato-alluniversita/feed/ 0 4094
UNIUD – Convenzione con la Alpen Adria Universitat di Klagenfurt che rilascerà il Master of Science in Information Management http://www.liveuniversity.it/2016/09/21/uniud-convenzione-con-la-alpen-adria-universitat-di-klagenfurt-che-rilascera-il-master-of-science-in-information-management/ http://www.liveuniversity.it/2016/09/21/uniud-convenzione-con-la-alpen-adria-universitat-di-klagenfurt-che-rilascera-il-master-of-science-in-information-management/#respond Wed, 21 Sep 2016 10:25:30 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=3661 Raddoppiano i percorsi internazionali del corso di laurea magistrale in Ingegneria gestionale del Dipartimento politecnico di ingegneria e architettura dell’Università di Udine. Dall’anno accademico 2016-2017 il corso offre ai propri studenti l’opportunità di conseguire il doppio titolo con la Alpen Adria Universitat di Klagenfurt (Austria) che rilascerà il titolo di Master of Science in Information […]

L'articolo UNIUD – Convenzione con la Alpen Adria Universitat di Klagenfurt che rilascerà il Master of Science in Information Management sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Raddoppiano i percorsi internazionali del corso di laurea magistrale in Ingegneria gestionale del Dipartimento politecnico di ingegneria e architettura dell’Università di Udine. Dall’anno accademico 2016-2017 il corso offre ai propri studenti l’opportunità di conseguire il doppio titolo con la Alpen Adria Universitat di Klagenfurt (Austria) che rilascerà il titolo di Master of Science in Information Management. Un’opportunità che si aggiunge a quella già esistente con un altro ateneo austriaco, quello di Graz.

Grazie a una convenzione con l’ateneo di Klagenfurt ogni anno accademico cinque studenti italiani della laurea magistrale in Ingegneria gestionale saranno selezionati per questo nuovo curriculum internazionale. Trascorreranno il primo semestre del secondo e ultimo anno di studi all’Alpen Adria Universitat, dove seguiranno le lezioni e sosterranno gli esami corrispondenti ai corsi previsti nel medesimo semestre in Italia.

Analogamente, altrettanti studenti austriaci selezionati da Klagenfurt potranno usufruire del semestre internazionale presso l’Ateneo friulano con corsi, in lingua inglese, del corso di laurea magistrale in Ingegneria gestionale.

Infine, gli studenti dovranno preparare la tesi di laurea magistrale in lingua inglese con doppio relatore italiano e austriaco. Il programma è legato anche a specifico accordo Erasmus per supportare economicamente gli studenti durante il periodo nell’università estera.

«Il percorso internazionale – spiega Antonella Meneghetti, coordinatrice del programma di studi con l’Università di Klagenfurt – offre ai nostri studenti l’opportunità di arricchire il proprio bagaglio culturale, confrontandosi con metodi didattici e stili di apprendimento diversi. L’acquisizione di un doppio titolo consente inoltre di rafforzare il proprio curriculum, facilitando la collocazione lavorativa presso imprese estere e multinazionali».

Gli studenti interessati devono presentare la domanda di partecipazione alla selezione entro il 30 settembre. La prova si terrà nella prima settimana di ottobre.

L'articolo UNIUD – Convenzione con la Alpen Adria Universitat di Klagenfurt che rilascerà il Master of Science in Information Management sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2016/09/21/uniud-convenzione-con-la-alpen-adria-universitat-di-klagenfurt-che-rilascera-il-master-of-science-in-information-management/feed/ 0 3661
CNSU 2016 – Risultati elettorali, pubblicata lista di tutti gli eletti http://www.liveuniversity.it/2016/06/11/cnsu-2016-risultati-elettorare-pubblicata-lista-di-tutti-gli-eletti/ http://www.liveuniversity.it/2016/06/11/cnsu-2016-risultati-elettorare-pubblicata-lista-di-tutti-gli-eletti/#comments Sat, 11 Jun 2016 16:49:18 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=3417 CNSU – Elezioni 2016 Risultati elettorali della componente di cui all’art.1, comma 1 lettera a) (studenti) dell’O.M. 100/2016 Secondo quanto previsto dall’art.9 dell’Ordinanza Ministeriale n.100 del 26 febbraio 2016 la Commissione Elettorale Centrale, sulla base dei verbali e delle graduatorie formulate dalle Commissioni Elettorali Locali, redige le sottoindicate graduatorie finali, distinte per Distretto, con l’individuazione […]

L'articolo CNSU 2016 – Risultati elettorali, pubblicata lista di tutti gli eletti sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

CNSU – Elezioni 2016
Risultati elettorali della componente di cui all’art.1, comma 1 lettera a) (studenti) dell’O.M. 100/2016

Secondo quanto previsto dall’art.9 dell’Ordinanza Ministeriale n.100 del 26 febbraio 2016 la Commissione Elettorale Centrale, sulla base dei verbali e delle graduatorie formulate dalle Commissioni Elettorali Locali, redige le sottoindicate graduatorie finali, distinte per Distretto, con l’individuazione degli eletti, evidenziati in grassetto.

I DISTRETTO – RISULTATI
II DISTRETTO – RISULTATI 
III DISTRETTO – RISULTATI 
IV DISTRETTO – RISULTATI 

Risultano, pertanto, eletti 

  • 1) AZZALIN ANNA (detta AZZA)
  • 2) BALDASSARI ARIANNA (detta ARI)
  • 3) BRAZZINI ANNA (detta ANNA)
  • 4) CARDONE FRANCESCA
  • 5) CIRILLO SALVATORE
  • 6) D’AMBROSIO NICOLA
  • 7) DE PONTI PIETRO (detto DEPO)
  • 8) DI IORIO NOEMI
  • 9) DONADIO MARIO
  • 10) DONNARUMMA ELIO
  • 11) FABRIZI EDOARDO
  • 12) FOLCARELLI LUCIO (detto FOLCA)
  • 13) FRANSESINI VALERIO (detto LINK)
  • 14) GALLI LUCA
  • 15) GARAU CARLO (detto RDS)
  • 16) GOFFI FABIO
  • 17) INGROSSO SARA
  • 18) L’ABBATE GIUSEPPE (detto PIPPO)
  • 19) MOSCHETTA MARIO (detto MARIO)
  • 20) PITIRRA FRANCESCO (detto PITTIRRA)
  • 21) QUINTINO MORENO (detto MORENO)
  • 22) SANTANDREA DAVIDE (detto DADE)
  • 23) SANTI GIOVANNI (detto GIO)
  • 24) SCIMIA LEONARDO (detto LEO)
  • 25) SCOGNAMIGLIO LUCA (detto SAMOA)
  • 26) STAGLIANO’ GIUSEPPE ANTONIO (detto DEPO detto BEPPE detto PEPPE detto RIZZO)
  • 27) STRANIERI DOMENICO (detto NICO)
  • 28) ZAGO SOFIA

L'articolo CNSU 2016 – Risultati elettorali, pubblicata lista di tutti gli eletti sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2016/06/11/cnsu-2016-risultati-elettorare-pubblicata-lista-di-tutti-gli-eletti/feed/ 1 3417
UNIUD – Nasce RESIST, il polo ricerca resilienza sismica Ateneo-Ogs http://www.liveuniversity.it/2015/05/02/uniud-nasce-resist-il-polo-ricerca-resilienza-sismica-ateneo-ogs/ http://www.liveuniversity.it/2015/05/02/uniud-nasce-resist-il-polo-ricerca-resilienza-sismica-ateneo-ogs/#respond Sat, 02 May 2015 09:06:36 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=2324 Costituire a Udine un polo di ricerca inter-istituzionale sulla resilienza sismica territoriale (Resist), cioè la capacità di una comunità di far fronte ai terremoti in zone sismiche. È l’obiettivo dell’accordo firmato oggi a Udine dal rettore dell’Ateneo friulano, Alberto Felice De Toni, e dalla presidente dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS), Maria […]

L'articolo UNIUD – Nasce RESIST, il polo ricerca resilienza sismica Ateneo-Ogs sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Costituire a Udine un polo di ricerca inter-istituzionale sulla resilienza sismica territoriale (Resist), cioè la capacità di una comunità di far fronte ai terremoti in zone sismiche. È l’obiettivo dell’accordo firmato oggi a Udine dal rettore dell’Ateneo friulano, Alberto Felice De Toni, e dalla presidente dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS), Maria Cristina Pedicchio. Il nuovo polo di ricerca permetterà di capitalizzare, porre a sistema e sviluppare, conoscenze ed esperienze maturate in quasi quarant’anni di studi e ricerche svolte a seguito del terremoto del Friuli, mettendole a disposizione del territorio e delle future generazioni di scienziati, tecnici e dell’intera comunità.

Resist sarà attivo nell’ambito della mitigazione del rischio sismico basato sul concetto di resilienza, secondo un approccio integrato tra sismologia e ingegneria della sicurezza e dell’emergenza. Compito di Resist sarà quindi quello di studiare, e contribuire a migliorare, la capacità di un sistema territoriale di resistere, assorbire e riprendersi in modo tempestivo ed efficiente dagli effetti di un eventuale terremoto. Un’attività scientifica di prevenzione con ricadute pratiche anche per la realtà regionale. Questo perché, pur riguardando la risposta post-evento, la resilienza presuppone attività – dalla conoscenza, al monitoraggio, alla preparazione con corsi di formazione – da realizzarsi prima che il fatto accada. Tutte attività che vedranno protagonista Resist, con un conseguente miglioramento del supporto scientifico alla Protezione civile.

A loro volta, studenti, dottorandi e ricercatori potranno beneficiare della collaborazione tra Università e OGS, grazie anche al previsto potenziamento della competitività dei progetti europei e internazionali che saranno realizzati congiuntamente. Resist coinvolgerà, per l’Ateneo il Laboratorio di sicurezza e protezione intersettoriale (Sprint) del Dipartimento di chimica, fisica e ambiente, per l’OGS il Centro di ricerche sismologiche (Crs) di Udine.

«L’alleanza tra Università di Udine e OGS – ha detto De Toni –, consolidata da più di un decennio di fruttuosa collaborazione, consente ora di unire le rispettive risorse e peculiarità scientifiche nel settore specifico, per dar vita a un centro di eccellenza sulla resilienza sismica di livello nazionale e internazionale».

«Siamo molto soddisfatti di questo risultato. La firma dell’accordo di collaborazione scientifica tra OGS e Università di Udine sancisce il rafforzamento di una collaborazione già attiva da tempo nell’ambito della mitigazione del rischio sismico» ha commentato Pedicchio. «La sede di Udine del Centro di ricerche sismologiche rappresenta un anello di collegamento con le eccellenze dell’ateneo friulano ed è per noi di prioritaria importanza proseguire con questa collaborazione, sviluppando nuovi progetti e attività nel settore della sicurezza, della protezione e della divulgazione delle buone pratiche per la riduzione del rischio».

Alla firma dell’accordo, a palazzo Florio, erano presenti anche i direttori del Dipartimento di chimica, fisica e ambiente Alessandro Troverelli, del laboratorio Sprint Stefano Grimaz, dell’Ogs Norberto Tonini, e del Crs Marco Mucciarelli.

 

La ricostruzione post terremoto del 1976 ha già dimostrato che la comunità friulana possedeva un buon livello di resilienza. La nascita dell’Università di Udine ha permesso di dar vita ad attività di ricerca nel settore sismologico che hanno portato notevoli avanzamenti nelle conoscenze del settore. «Con l’istituzione del Laboratorio Sprint – hanno spiegato Trovarelli e Grimaz –, queste attività sono state integrate con aspetti di ingegneria della sicurezza e gestione delle emergenze i cui risultati sono stati di fondamentale supporto per la gestione della risposta in occasione di altri terremoti successivi, in particolare quelli dell’Aquila nel 2009 e dell’Emilia 2012».

 

«L’OGS, già operativo e in prima linea in occasione del sisma del 1976 – hanno evidenziato Tonini e Mucciarelli –, ha istituito il Crs, con sede a Udine, per la gestione della rete sismica regionale. Un sistema di fondamentale importanza per le attività di monitoraggio sismico a supporto della protezione civile. Negli ultimi anni OGS e ateneo friulano, soprattutto con il Laboratorio Sprint, hanno sviluppato, in modo sistemico e sinergico, molteplici attività di ricerca e di supporto alla protezione civile regionale».

 

«Questi studi – hanno sottolineato Grimaz e Mucciarelli – hanno portato alla elaborazione della mappa del rischio sismico per l’intera Friuli Venezia Giulia, alla riclassificazione sismica del territorio regionale, alla valutazione della sicurezza sismica delle scuole con il progetto Assess, alla ideazione e sviluppo di progetti finanziati dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca per la diffusione della cultura della sicurezza sismica nella scuole con il progetto Sisifo».

L'articolo UNIUD – Nasce RESIST, il polo ricerca resilienza sismica Ateneo-Ogs sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2015/05/02/uniud-nasce-resist-il-polo-ricerca-resilienza-sismica-ateneo-ogs/feed/ 0 2324
Bruno Pizzul laureato comunicatore honoris causa, tutte le foto della giornata http://www.liveuniversity.it/2015/05/01/bruno-pizzul-laureato-comunicatore-honoris-causa-tutte-le-foto-della-giornata/ http://www.liveuniversity.it/2015/05/01/bruno-pizzul-laureato-comunicatore-honoris-causa-tutte-le-foto-della-giornata/#respond Fri, 01 May 2015 09:08:24 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=2350 “Per il contributo fornito come giornalista sportivo e radio-telecronista, testimone privilegiato di una concezione etica del calcio che valorizza la dignità della persona e rifiuta la violenza enfatizzando il valore educativo dello sport, come promotore dei valori della friulanità e di una cultura sportiva fortemente radicata nel territorio”. Con questa motivazione l’Università di Udine ha […]

L'articolo Bruno Pizzul laureato comunicatore honoris causa, tutte le foto della giornata sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

“Per il contributo fornito come giornalista sportivo e radio-telecronista, testimone privilegiato di una concezione etica del calcio che valorizza la dignità della persona e rifiuta la violenza enfatizzando il valore educativo dello sport, come promotore dei valori della friulanità e di una cultura sportiva fortemente radicata nel territorio”. Con questa motivazione l’Università di Udine ha insignito oggi Bruno Pizzul della laurea magistrale honoris causa in “Comunicazione integrata per le imprese e le organizzazioni”. La cerimonia si è svolta a Gorizia, nel polo universitario di Santa Chiara, presieduta dal rettore dell’ateneo Alberto Felice De Toni.

Pizzul è uomo di sport a 360 gradi. Vera e propria autorità del microfono sportivo televisivo, modello di telecronista competente e gentleman, ha al suo attivo oltre dirette 2000 dirette fra campionato e partite della nazionale di calcio. Con l’Università di Udine, e la sua sede di Gorizia in particolare, ha rapporti fin dal 2009, quando è stato direttore scientifico del corso di perfezionamento in giornalismo sportivo “Sport News: teorie e tecniche del giornalismo sportivo”.

Nel suo saluto il rettore, Alberto Felice De Toni, ha spiegato l’importanza della laurea a Pizzul. «Perché – ha detto – è un testimone privilegiato di una concezione del calcio, e quindi dello sport in generale, come di un gioco in cui si esprime l’humanitas, ovvero la dignità della persona che vive in un territorio particolare, e che tramite esso si apre all’universale». “Maestro del giornalismo sportivo televisivo” lo ha definito De Toni che ha sottolineato il fatto che Pizzul «ha rivoluzionato il modo di fare telecronaca in diretta non leggendo appunti o commentando, ma raccontando il flusso della partita». L’attenzione verso i più giovani e la consapevolezza delle conseguenze sociali della comunicazione televisiva, sono altri due aspetti cruciali delle capacità professionali e delle doti umane di Pizzul che, ha detto il rettore, «hanno favorito una lettura “civile” del calcio», ma soprattutto lo caratterizzano come «esemplare maestro di etica serietà ed impegno».

La delegata per la sede di Gorizia dell’ateneo friulano, Nicoletta Vasta, coordinatrice del corso di laurea magistrale in “Comunicazione integrata per le imprese e le organizzazioni”, ha analizzato lo stile comunicativo del laureando sottolineandone la «commistione tra tradizione e innovazione». Chi, se non Pizzul, ha spiegato, «saprebbe far convivere così bene nel parlato termini desueti come “nonnulla”, “laddove”, “cincischiare”, “sciabordare” e metafore originali e nuovi usi entrati nel lessico della professione come “progressione”, “suggerimento”, “stop”. Caratteristiche espressive che, ha concluso Vasta, «ce lo fanno riconoscere come punto di riferimento per i nostri futuri comunicatori».

Mauro Pascolini, direttore del Dipartimento di Scienze umane, ha sottolineato come l’Ateneo, e in particolare la sede di Gorizia, ha voluto «premiare con questo riconoscimento un figlio di questa terra che tanto ha contribuito e contribuisce a diffondere i valori che si richiamano in profondità a quelli propri dell’Università: educare, ricercare, comunicare e trasmettere che si riassumono nelle così dette tre missioni dell’Università». Pascolini ha poi sottolineato come Pizzul «pur essendo un personaggio conosciuto in tutto il mondo resta profondamente legato alla sua Cormons e al Friuli». Ha quindi esaltato «il valore della voce narrativa di Bruno, il saper raccontare, il saper far vivere mozioni, il saper rappresentare, come una icona, i valori di questa terra, che ha tanti figli sparsi per il mondo e che vedono in Bruno e nella sua voce un legame con la terra che li ha visti nascere e poi partire».

Bernardo Cattarinussi, professore di Sociologia generale, ha quindi pronunciato la laudatio del laureando intitolata “Lo sport tra emozione e comunicazione. In onore di Bruno Pizzul”. Pizzul, ha detto Cattarinussi, ha utilizzato «lo strumento tecnico televisivo sempre con assoluta competenza e con signorile misura». Il laudatore ha sottolineato come «non si può non ricordare con ammirazione la lezione di rispetto della verità sportiva e delle personalità dei singoli, che ha caratterizzato l’impegno professionale di Pizzul, che in molte occasioni non ha esitato ad utilizzare l’arma dell’ironia e del richiamo ad una dimensione di realtà animi troppo esacerbati e eccessivamente coinvolti nell’evento».

Dopo la laudatio il rettore De Toni, lette le motivazioni ufficiali, ha proclamato dottore honoris causa Bruno Pizzul che, indossata toga e tocco, ha preso la parola per tenere, a braccio, la sua lectio magistralis intitolata “Terra amata e raccontata”.

La lectio di Bruno Pizzul è iniziata con l’espressione del suo «senso di appartenenza a una terra che ha una sua propria identità, anche perché abitata da genti così diverse da poter essere definite paradossalmente “gente unica”».

«Quando ho avuto l’opportunità – ha raccontato – ho sempre cercato di far conoscere questa regione che costituisce un unicum straordinario per varietà ed eccellenze, non solo enogastronomiche e vitivinicole, in un contesto di esigua estensione. La diversità, anche linguistica, è una ricchezza – ha sottolineato –, che bisogna però valorizzare in modo sinergico, per operare per il bene comune». Ha quindi accennato alla travagliata storia del territorio regionale, crocevia del mondo latino, slavo e tedesco, molte volte soggetto a invasioni, al «padrone di turno».

«Ci sentiamo troppo spesso ai confini dell’impero» ha detto Pizzul che ha elogiato le attitudini sportive del territorio. Anche se, ha lamentato, non riesce più ad esprimere, come avveniva fino a pochi anni fa, decine e decine di calciatori di alto livello. «Viviamo in un periodo di emergenza educativa» ha quindi sottolineato il neo dottore honoris causa, «e lo sport, assieme a famiglia e scuola, è una delle tre agenzie educative attraverso le quali far compiere un percorso di crescita civile, umana, culturale le giovani generazioni».

«Lo sport – ha messo in evidenza Pizzul –, se fatto e gestito bene è una formidabile agenzia educativa. Favorisce, fra l’altro, l’aggregazione ludico-competitiva, il rispetto delle regole e di chi è chiamato a farle rispettare (arbitro) ed educa alla, importantissima, cultura della sconfitta».

«Tutte caratteristiche che vengono messe in discussione se l’attenzione si focalizza solo sullo sport di vertice – si è rammaricato Pizzul –, troppo spesso degenerato in fenomeni di violenza, fuori e dentro gli stadi, e di mala gestione».

«Bisognerebbe – ha concluso – rivolgere di più l’attenzione allo sport di base o quello praticato dai portatori di handicap che giocano divertendosi. Straordinario esempio per tutti, e portatori di valori e sensazioni che dovrebbero recuperare anche i normodotati».

L'articolo Bruno Pizzul laureato comunicatore honoris causa, tutte le foto della giornata sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2015/05/01/bruno-pizzul-laureato-comunicatore-honoris-causa-tutte-le-foto-della-giornata/feed/ 0 2350
UNIUD – Friulani delle idee, conferenza di Antonio Giusa http://www.liveuniversity.it/2015/04/28/uniud-friulani-delle-idee-conferenza-di-antonio-giusa/ http://www.liveuniversity.it/2015/04/28/uniud-friulani-delle-idee-conferenza-di-antonio-giusa/#respond Tue, 28 Apr 2015 06:35:49 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=2274 Sarà un viaggio tra le personalità del Friuli che tra il XIX e il XX secolo hanno lasciato un segno indelebile con invenzioni e progetti innovativi, la conferenza che Antonio Giusa, terrà all’Università di Udine martedì 28 aprile, alle 17, nell’auditorium di palazzo Garzolini – di Toppo Wassermann (via Gemona 92). Una di queste prestigiose […]

L'articolo UNIUD – Friulani delle idee, conferenza di Antonio Giusa sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Sarà un viaggio tra le personalità del Friuli che tra il XIX e il XX secolo hanno lasciato un segno indelebile con invenzioni e progetti innovativi, la conferenza che Antonio Giusa, terrà all’Università di Udine martedì 28 aprile, alle 17, nell’auditorium di palazzo Garzolini – di Toppo Wassermann (via Gemona 92). Una di queste prestigiose figure, il professor Pietro Enrico di Prampero, porterà la sua testimonianza. “Friulani delle idee. Dieci anni di dialoghi con il mondo” è infatti il titolo della conferenza con cui Giusa propone una descrizione del popolo friulano attraverso esempi rappresentativi del territorio.

Grazie a un’attenta ricerca di fonti documentarie e iconografiche, che hanno dato luogo anche al volume “Friulani delle idee. Dieci dialoghi con il mondo”, Giusa presenterà le figure di undici inventori che con idee e prodotti ingegnosi hanno onorato il Friuli nel mondo. Si tratta di Arturo Malignani, Lino Zanussi, Remigio Solari, Andrea Galvani, Giovanni Antonio Santorini, Glauco Corbellini e Carlo Leopoldo Lualdi, Lisio Plozner, Harry Bertoia, Giandomenico Facchina e Pietro Enrico di Prampero.

L’incontro, introdotto dal delegato dell’ateneo alla cultura Angelo Vianello, è inserito nell’ambito di “Aperture. Idee, scienze e cultura”, rassegna organizzata da Università e Comune di Udine, col sostegno della Fondazione Crup.

Antonio Giusa è attualmente direttore dell’Azienda speciale Villa Manin, dopo essere stato coordinatore dell’Unità di gestione del catalogo del Centro di catalogazione e restauro. Dottore di ricerca in Storia, fino al 2014 ha insegnato Storia e tecnica della fotografia all’ateneo friulano. Ha al suo attivo più di cento pubblicazioni. Negli ultimi anni la sua ricerca si è focalizzata sulla memoria e le migrazioni, con l’utilizzo interdisciplinare della fotografia vernacolare, delle storie di vita e delle scritture autobiografiche.

L'articolo UNIUD – Friulani delle idee, conferenza di Antonio Giusa sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2015/04/28/uniud-friulani-delle-idee-conferenza-di-antonio-giusa/feed/ 0 2274
UNIUD – L’Europa tra crisi e rinascita, conferenza di Mauro Ceruti http://www.liveuniversity.it/2015/04/13/uniud-leuropa-tra-crisi-e-rinascita-conferenza-di-mauro-ceruti/ http://www.liveuniversity.it/2015/04/13/uniud-leuropa-tra-crisi-e-rinascita-conferenza-di-mauro-ceruti/#respond Mon, 13 Apr 2015 06:09:05 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=2216 Ruoterà attorno al concetto di crisi dell’Europa contemporanea, e della sua possibile rinascita culturale e politica, la conferenza che si terrà all’Università di Udine martedì 14 aprile, alle 17, nell’auditorium di palazzo Garzolini – di Toppo Wassermann a Udine (via Gemona 92). “Quale Europa?” è il titolo della riflessione che vedrà protagonista Mauro Ceruti, professore […]

L'articolo UNIUD – L’Europa tra crisi e rinascita, conferenza di Mauro Ceruti sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Ruoterà attorno al concetto di crisi dell’Europa contemporanea, e della sua possibile rinascita culturale e politica, la conferenza che si terrà all’Università di Udine martedì 14 aprile, alle 17, nell’auditorium di palazzo Garzolini – di Toppo Wassermann a Udine (via Gemona 92). “Quale Europa?” è il titolo della riflessione che vedrà protagonista Mauro Ceruti, professore di Filosofia della scienza all’Università Iulm di Milano. Ceruti parlerà di Europa alla luce della sua complessa, cioè una e molteplice, identità. A introdurlo sarà il delegato dell’ateneo alla cultura Angelo Vianello. Inserito nella cornice della rassegna “Aperture. Idee, scienze e cultura” l’incontro è organizzato da Università e Comune di Udine, col sostegno della Fondazione Crup.

«Prima dell’attuale crisi mondiale – spiega Ceruti –, l’Europa era già in crisi. Non era riuscita a progredire nell’unificazione metanazionale né a integrare le nazioni liberate dall’impero sovietico. La crisi economica mondiale rischia non solo di aggravare la sua crisi, ma di disgregarla. Tuttavia, è possibile scongiurare il rischio di paralisi e di disgregazione mostrando che le ragioni della speranza si annidano paradossalmente proprio nelle ragioni della disperazione». Proprio per questo Ceruti, insieme al filosofo francese Edgar Morin, propone quindi un vero e proprio manifesto per una rinascita della cultura e della politica europee nel tempo della globalizzazione.

Fra i principali artefici del pensiero della complessità, Mauro Ceruti ha pubblicato con Edgar Morin “La nostra Europa” (Raffaello Cortina, 2013), già tradotto in molte lingue. Ha, fra l’altro, pubblicato “Il vincolo e la possibilità” (Raffaello Cortina, 2009) e, con Gianluca Bocchi, “La sfida della complessità” (Bruno Mondadori, 2007), ed “Educazione e globalizzazione” (Raffaello Cortina, 2004). Il suo ultimo libro, in questi giorni in libreria, è “La fine dell’onniscienza” (Editrice Studium, 2015).

L'articolo UNIUD – L’Europa tra crisi e rinascita, conferenza di Mauro Ceruti sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2015/04/13/uniud-leuropa-tra-crisi-e-rinascita-conferenza-di-mauro-ceruti/feed/ 0 2216
Olimpiadi di Filosofia, sul podio i sei vincitori. Assegnati i riconoscimenti agli studenti http://www.liveuniversity.it/2015/03/28/olimpiadi-di-filosofia-sul-podio-i-sei-vincitori-assegnati-i-riconoscimenti-agli-studenti/ http://www.liveuniversity.it/2015/03/28/olimpiadi-di-filosofia-sul-podio-i-sei-vincitori-assegnati-i-riconoscimenti-agli-studenti/#respond Sat, 28 Mar 2015 09:08:06 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=2143 Assegnati questa mattina i premi agli studenti vincitori della XXIII edizione delle Olimpiadi di Filosofia. Presso la Sala della Comunicazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca si è svolta la cerimonia di consegna dei riconoscimenti. Sei in tutto i ragazzi premiati, tre per la sezione Nazionale, e tre per quella Internazionale. A ricevere la […]

L'articolo Olimpiadi di Filosofia, sul podio i sei vincitori. Assegnati i riconoscimenti agli studenti sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

CatturaAssegnati questa mattina i premi agli studenti vincitori della XXIII edizione delle Olimpiadi di Filosofia. Presso la Sala della Comunicazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca si è svolta la cerimonia di consegna dei riconoscimenti. Sei in tutto i ragazzi premiati, tre per la sezione Nazionale, e tre per quella Internazionale. A ricevere la targa per il miglior elaborato svolto per il canale Nazionale sono stati: Alberto Capobianco, del Liceo scientifico “Newton” di Chivasso (classificato al primo posto), Gabriele Uboldi, del Liceo classico “Volta” di Como (secondo posto), e Iacopo Fiore, del Liceo scientifico “Masci” di Chieti (al terzo posto). Per il canale Internazionale: al primo posto  Rosaria Caddeo, del Liceo classico salesiano “don Bosco” di Cagliari (con un testo in lingua inglese), al secondo, con un testo in lingua francese, Ludovico Machet, del Liceo scientifico “Binel Viglino” di Saint Vincent (Aosta) e al terzo, con un elaborato in lingua tedesca,  Alberto Merzari, del Liceo classico “Minghetti” di Bologna.

A salutare i vincitori, con un videomessaggio, il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. Mentre i premi sono stati consegnati da Silvia Costa, presidente della Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo e dal Direttore Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione del Miur,Carmela Palumbo.

“E’ veramente straordinario che 4.000 e più ragazzi di tutta Italia si siano iscritti a questa competizione che – ha detto il Ministro Giannini – è una competizione dello spirito, dell’intelligenza”. Una partecipazione, ha aggiunto il Ministro, che vuol dire “Mettersi davvero nella prospettiva giusta per affrontare i tempi che la vita ci pone, sia sul piano privato che sociale”.

Sono 80 gli studenti arrivati da tutta Italia per l’ultima sfida. Ieri hanno affrontato la gara finale. Questa mattina la premiazione. Per il podio i finalisti sono stati chiamati a scrivere un saggio filosofico in lingua italiana o in lingua straniera, a seconda del canale (Nazionale o Internazionale) prescelto all’inizio della competizione. I primi due studenti classificati del canale Internazionale parteciperanno alla XXIII International Philosophy Olympiad che si terrà a Tartu in Estonia dal 14 al 18 maggio 2015, sotto il patrocinio dellaFédération Internationale des Sociétés de Philosophie (la FISP).

Le Olimpiadi di Filosofia sono promosse dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione del Miur e dalla Società filosofica italiana, in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, il Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio culturale del CNR, la Fédération Internationale des Sociétés de Philosophie (la FISP), e rientra nel programma nazionale del Miur per la valorizzazione delle eccellenze.

La XXIII edizione ha visto la partecipazione di circa 4.000 studenti  (praticamente il doppio degli oltre 2.000 iscritti dell’anno scolastico precedente, il 2013/2014) alle varie fasi di selezione. Oltre 200 i licei di provenienza, comprese le scuole di lingua tedesca del Trentino Alto Adige. Le Olimpiadi di Filosofia sono gare individuali rivolte agli alunni dei licei statali e paritari.

Nel corso della cerimonia di premiazione importanti esponenti delle istituzioni europee e nazionali, oltre a noti filosofi e persone di cultura, hanno animato la tavola rotonda “La filosofia scuola di libertà e creatività.

 

L'articolo Olimpiadi di Filosofia, sul podio i sei vincitori. Assegnati i riconoscimenti agli studenti sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2015/03/28/olimpiadi-di-filosofia-sul-podio-i-sei-vincitori-assegnati-i-riconoscimenti-agli-studenti/feed/ 0 2143
UNIUD – Linguaggio e retorica tra violenza, guerra e non violenza http://www.liveuniversity.it/2015/02/10/uniud-linguaggio-e-retorica-tra-violenza-guerra-e-non-violenza/ http://www.liveuniversity.it/2015/02/10/uniud-linguaggio-e-retorica-tra-violenza-guerra-e-non-violenza/#respond Tue, 10 Feb 2015 08:55:41 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=1935 Martedì 10 febbraio, con inizio alle 10.45 a palazzo Garzolini – di Toppo Wassermann a Udine (via Gemona 92), si terrà la giornata inaugurale dell’anno accademico del dottorato interateneo in “Storia delle società, delle istituzioni e del pensiero. Dal Medioevo all’età Contemporanea” delle università di Udine e di Trieste. L’incontro si aprirà con la conferenza […]

L'articolo UNIUD – Linguaggio e retorica tra violenza, guerra e non violenza sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Martedì 10 febbraio, con inizio alle 10.45 a palazzo Garzolini – di Toppo Wassermann a Udine (via Gemona 92), si terrà la giornata inaugurale dell’anno accademico del dottorato interateneo in “Storia delle società, delle istituzioni e del pensiero. Dal Medioevo all’età Contemporanea” delle università di Udine e di Trieste. L’incontro si aprirà con la conferenza su “Linguaggio e retorica tra violenza, guerra e non-violenza” tenuta da Giorgio Mariani dell’Università di Roma “La Sapienza”.

 L’incontro proseguirà alle 15 con un seminario di Marina Sbisà dell’Università di Trieste, su “Il linguaggio e la violenza: contrapposizione e complicità”.

 Alle 18 visita guidata alla mostra “Una memoria mille voci” dedicata alla scrittrice e deportata francese Charlotte Delbo. L’esposizione, allestita nel velario di palazzo di Toppo Wassermann, è organizzata dall’Istituto friulano per la storia e il movimento di liberazione e dalla Scuola Superiore dell’Università di Udine.

 Introdurranno la giornata i saluti del delegato alla ricerca dell’Ateneo friulano, Roberto Pinton; della coordinatrice e del vice coordinatore del dottorato, Elisabetta Vezzosi (Università di Trieste), e Andrea Zannini (Università di Udine).

L'articolo UNIUD – Linguaggio e retorica tra violenza, guerra e non violenza sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2015/02/10/uniud-linguaggio-e-retorica-tra-violenza-guerra-e-non-violenza/feed/ 0 1935
UNIUD – Udine-Montreal insieme collaborazioni scientifiche http://www.liveuniversity.it/2014/12/22/uniud-udine-montreal-insieme-collaborazioni-scientifiche/ http://www.liveuniversity.it/2014/12/22/uniud-udine-montreal-insieme-collaborazioni-scientifiche/#respond Mon, 22 Dec 2014 08:16:51 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=1795 L’Universita’ di Udine e la canadese Universite’ de Montreal hanno sottoscritto un accordo bilaterale che consolida e intensifica le relazioni scientifiche tra l’ateneo friulano e la Faculte’ des Arts di Montreal, in particolare nei settori delle lettere e delle scienze umane e sociali. L’accordo e’ stato sottoscritto dalla prorettrice e delegata all’internazionalizzazione, Antonella Riem e […]

L'articolo UNIUD – Udine-Montreal insieme collaborazioni scientifiche sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

OLYMPUS DIGITAL CAMERAL’Universita’ di Udine e la canadese Universite’ de Montreal hanno sottoscritto un accordo bilaterale che consolida e intensifica le relazioni scientifiche tra l’ateneo friulano e la Faculte’ des Arts di Montreal, in particolare nei settori delle lettere e delle scienze umane e sociali. L’accordo e’ stato sottoscritto dalla prorettrice e delegata all’internazionalizzazione, Antonella Riem e da Elisabeth Nardout Lafarge del Centre de Recherche Interuniversitaire de Culture et Litte’rature Que’be’coises dell’Universite’ de Montre’al. “Un atto – ha detto Riem – che implementa le politiche dell’internazionalizzazione dell’ateneo di Udine con i Paesi extraeuropei, e che valorizza, in questo caso, i rapporti di lunga data dell’area francofona del Dipartimento di lingue e letterature straniere e del Centro di cultura canadese del nostro ateneo”. “In base all’accordo – spiega Alessandra Ferraro, docente di letteratura francese dell’ateneo di Udine e responsabile dal 2009 di un accordo di cooperazione scientifica con Montreal – sara’ intensificata anche la co-organizzazione di convegni, seminari e pubblicazioni comuni, anche sulla scia delle attivita’ gia’ avviate con l’Universite’ de Montreal e l’Universita’ di Graz per lo sviluppo degli studi sul Quebec”.

L'articolo UNIUD – Udine-Montreal insieme collaborazioni scientifiche sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/12/22/uniud-udine-montreal-insieme-collaborazioni-scientifiche/feed/ 0 1795
UNIUD – Universitari al voto per rinnovare le rappresentanze studentesche http://www.liveuniversity.it/2014/11/07/uniud-universitari-al-voto-per-rinnovare-le-rappresentanze-studentesche/ http://www.liveuniversity.it/2014/11/07/uniud-universitari-al-voto-per-rinnovare-le-rappresentanze-studentesche/#respond Fri, 07 Nov 2014 11:34:49 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=1672 Sono 25 le liste in lizza per le elezioni dei rappresentanti degli studenti all’Università di Udine per il biennio accademico 2014-2016. I candidati ai vari organi sono complessivamente 151. A essere chiamati alle urne, martedì 18 novembre, saranno oltre 15 mila studenti, di cui circa 600 tra specializzandi e dottorandi. Dovranno eleggere i propri rappresentanti […]

L'articolo UNIUD – Universitari al voto per rinnovare le rappresentanze studentesche sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Sono 25 le liste in lizza per le elezioni dei rappresentanti degli studenti all’Università di Udine per il biennio accademico 2014-2016. I candidati ai vari organi sono complessivamente 151. A essere chiamati alle urne, martedì 18 novembre, saranno oltre 15 mila studenti, di cui circa 600 tra specializzandi e dottorandi. Dovranno eleggere i propri rappresentanti negli organi di governo e interni dell’Ateneo e dell’Agenzia regionale per il diritto agli studi superiori (Ardiss): Senato accademico e Consiglio di amministrazione, 11 consigli di dipartimento, 22 consigli di corso di studio, il Consiglio didattico della Scuola superiore, il Consiglio degli studenti, i consigli di nove scuole di specializzazione e la Conferenza regionale per il diritto agli studi superiori dell’Ardiss.

Le liste con più candidati sono “Neoateneo”, 58, e “Unistud”, 44, che si presentano per Senato accademico e Consiglio di amministrazione, per la Conferenza regionale per il diritto agli studi superiori dell’Ardiss e per alcuni consigli di dipartimento e di corsi di studio. Segue “Listaperta” con 15 candidati negli organi di governo dell’ateneo e in alcuni consigli di dipartimento e di corsi di studio. Tutte le altre liste concorreranno solo per singoli consigli di dipartimenti e/o di corso.

Di seguito i nomi dei candidati nei diversi organi e le liste di appartenenza. Senato accademico: Matteo Zen, Kevin Cargnelutti, Piero Mansutti, Costanza Marin Isotta, Giulia Melchioretto (Unistud), Sofia Ercolanoni, Eugenio Villa, Renzo Shtylla (Neoateneo), Ilenia Pittui, Lisa Stefanuto, Roberto Tomassoni (Listaperta). Consiglio di amministrazione: Francesco Cortiula, Lorenzo Cavedon, Giulia Melchioretto (Unistud), Alberto Vernier, Marika Martina (Neoateneo), Francesco Candoni (Listaperta). Conferenza regionale per il diritto agli studi superiori dell’Ardiss: Marco Polese (Unistud), Riccardo Basso, Boubakr Injarn, Denise Bruno, Edoardo Baietta (Neoateneo), Martina Moretton (D e D – Diritti e doveri).

 Consiglio di corso di studio in biotecnologie: Massimo Pez, Eleonora Martinis, Andrea Bertoli (Unibio). Consiglio di corso di studio in ingegneria per l’ambiente e il territorio: Stefano Palmino (Ambientiamoci).

 Consiglio di Dipartimento di Ingegneria civile e architettura: Matteo Zen (Unistud), Silvia Bean, Marco Luchin, Giulia Zatti (Neoateneo), Alessandro Slipcenco Del Fiorentino (Uniud Yes we can). Consiglio unificato dei corsi di studio in ingegneria civile: Ugo Rossi, Giovanni Corazza, Antonio Filaferro, Matteo Daniel (Uniud ingegneria civile). Consiglio unificato dei corsi di studio in architettura: Matteo Zen (Unistud), Silvia Bean, Marco Luchin, Giulia Zatti, Fabrizio Della Costa, Davide Martina (Neoateneo), Alberto Cervesato (Uniud Yes We can).

 Consiglio di dipartimento di ingegneria elettrica, gestionale e meccanica e Consiglio unificato dei corsi di studio in ingegneria gestionale: Lorenzo Cavedon (Unistud), Sabrina Nanino (Neoateneo).

 Consiglio di dipartimento di matematica e informatica: Miriam Inserra (Unistud), Giovanni Soldà, David Barozzini, Luca Mattarolo, Flavio Salizzoni, Ariel Aldo Giovanni Lanza , Maria Chiara Tombolan, Monica Nonino (Dimath), Manuel Dal Mas, Daniele Bet, Marco Alessandro Cominotto, Massimo Romanin, Ciprian Cojan Cosmin (Neoateneo). Consiglio unificato di studio in discipline informatiche: Manuel Dal Mas, Daniele Bet, Marco Alessandro Cominotto, Massimo Romanin, Gavin Cettolo, Ciprian Cojan Cosmin (Neoateneo). Consiglio unificato dei corsi di studio in matematica: Miriam Inserra (Unistud), Gloria Nadalutti, Carlo Scarpa, Emanuela Marangone, Ilaria Fontana, Tommaso Svalduz, Maria Chiara Tombolan (Dimath). Consiglio unificato dei corsi di studio in scienze della comunicazione multimediale e tecnologie dell’informazione: Susanna Guiotta, Francesco Missorini (Panco Pinco), Alessandra Scandella (Rappresentanza CMTI).

Consiglio di dipartimento di scienze degli alimenti: Giulia Del Bianco, Francesca Serrano (Open DIALog). Consiglio unificato dei corsi di studio in scienze e tecnologie alimentari: Omaira Abrami, Federica Buchini, Nis Costa, Enrico De Conto, Manfredi Guglielmotti, Dreolin, Nicola Francesco Zacchero (Open DIALog).

 Consiglio di dipartimento di scienze economiche e statistiche: Tommaso Alba, Sebastiano Lunardon (Neoateneo), Filippo Dusbky De Wittenau, Marco Diamante (Diamante-Dubsky), Silvia Bonato (Unistud ECCOnomia). Consiglio unificato di corso di studio della lauree triennali in economia aziendale ed economia e commercio: Piero Mansutti, Elena Gheller, Federica Piccolo (Unistud – ECCOnomia). Consiglio di corso di studio della laurea magistrale in economia aziendale: Silvia Bonato, Michela Giusti (Unistud – ECCOnomia). Consiglio di corso di studio della laurea magistrale in economics – scienze economiche: Tommaso Alba, Sebastiano Lunardon (Neoateneo).

 Consiglio di dipartimento in scienze giuridiche: Lorenzo Genna, Alberto Vernier (Neoateneo), Francesca Della Rosa (Attivamente). Consiglio unificato dei corsi di giurisprudenza: Lorenzo Genna, Alberto Vernier (Neoateneo).

 Consiglio di dipartimento di scienze umane: Francesca Chiara Simone, Giada Zufferli, Filippo Peloso (Neoateneo). Consiglio unificato del corso di laurea in relazioni pubbliche e laurea magistrale in comunicazione integrata per le imprese e le organizzazioni: Filippo Peloso, Alessandra Zini, Andrea Sceusa (Neoateneo). Consiglio di corso di studio in scienze della formazione primaria: Francesca Chiara Simone, Chiara Dal Pont, Marco Nobile, Giada Zufferli (Neoateneo).

Consiglio di dipartimento di storia e tutela dei beni culturali: Lisa Stefanuto, Ilenia Pittui, Francesca Zago (Listaperta). Consiglio del corso di studi in conservazione dei beni culturali: Samuele Berti, Anna Chiara Bellinato, Dania Marchiò, Angela Valeria Pavone, Giulia Covre (Listaperta). Consiglio unificato dei corsi di studio in discipline delle arti, della musica e dello spettacolo e in discipline della musica, dello spettacolo e del cinema/film and audiovisual studies: Andrea Rosasco (Due per il Dams). Consiglio del corso di studi in scienze e tecniche del turismo culturale: Gaia Aurora Mattossovich, Alessandra Marafoni (Listaperta).

 Consiglio di dipartimento di studi umanistici e Consiglio di corso di studio in lettere: Marika Martina, Eugenio Villa, Nicole Mastrangelo, Andrea Pozzana, Edoardo Troisi (Neoateneo).

Consiglio di dipartimento di scienze mediche sperimentali e cliniche: Riccardo Lippi, Mattia Cuzzocrea, Giulia Melchioretto, Alessandro Bristot, Giacomo Ponta, Enrico Lunardelli, Davide Russo, Teresa Lorenzon (Unistud). Consiglio di corso di studio in ostetricia: Evelin Rita Furlan, Sveva Piccin, Eleonora Siriu, Arianna Viola (Nascere nel cambiamento). Consiglio di corso di studio in medicina e chirurgia: Riccardo Lippi, Enrico Lunardelli, Giulia Melchioretto, Thomas Ria, Davide Russo, Giacomo Ponta, Giacomo Bacchetti, Gabriele Dimatteo, Mattia Cuzzocrea, Teresa Lorenzon, Kevin Cargnelutti (Unistud).

Consiglio di dipartimento di scienze mediche e biologiche e Consiglio di corso di studio unico in infermieristica: Anna Baldan, Carolina Del Favero, Giulia Zampa, Sonia De Matteis, Federico Margio (Unistud).

Consiglio didattico della Scuola Superiore: Anja Habus, Carlo Leo, Carlo Scarpa, Federico Nassuato (Superiori).

Consiglio degli studenti – rappresentante degli iscritti ai corsi di dottorato di ricerca: Francesca Zago (Listaperta).

Consiglio della scuola di specializzazione in anestesia, rianimazione e terapia intensiva: Alessandro Rizzardo, Michele Salvador (ARTI). Consiglio della scuola di specializzazione in chirurgia generale: Paolo Prelazzi, Silvia Lazzaro (Cocoli). Consiglio della scuola di specializzazione in dermatologia e venereologia: Margherita Croatto, Caterina Pinzani (Specialistiamoci). Consiglio della scuola di specializzazione in geriatria: Igor Bramuzzo (Diritto alla formazione). Consiglio della scuola di specializzazione in igiene e medicina preventiva: Pierfrancesco Tricarico, Alessandro Conte (Specialistiamoci). Consiglio della scuola di specializzazione in medicina interna: Alessio Gerussi (Specialistiamoci), Gabriele Brosolo (Brosolo). Consiglio della scuola di specializzazione in medicina d’emergenza-urgenza: Valentina Biselli, Lorenzo Clinaz (Per la medicina d’emergenza – urgenza). Consiglio della scuola di specializzazione in oftalmologia: Antonio Renna (Specialistiamoci). Consiglio della scuola di specializzazione in psichiatria: Rosita Zamboli, Jessica Pelizzari (Psichiatria).

L'articolo UNIUD – Universitari al voto per rinnovare le rappresentanze studentesche sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/11/07/uniud-universitari-al-voto-per-rinnovare-le-rappresentanze-studentesche/feed/ 0 1672
I 10 errori grammaticali che non credevi di commettere http://www.liveuniversity.it/2014/11/06/i-10-errori-grammaticali-che-non-credevi-di-commettere/ http://www.liveuniversity.it/2014/11/06/i-10-errori-grammaticali-che-non-credevi-di-commettere/#comments Thu, 06 Nov 2014 19:44:16 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=1595 Offesa, usata impropriamente e abusata: la lingua italiana, strumento di comunicazione alla portata di chiunque, ne ha visto di tutti i tipi nel corso dei secoli. Ancora oggi, capita a tutti di compiere degli strafalcioni linguistici, senza rendersene conto. Ma, giusto la settimana scorsa, è stata celebrata la lingua italiana… Quale miglior occasione per trattare […]

L'articolo I 10 errori grammaticali che non credevi di commettere sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Offesa, usata impropriamente e abusata: la lingua italiana, strumento di comunicazione alla portata di chiunque, ne ha visto di tutti i tipi nel corso dei secoli. Ancora oggi, capita a tutti di compiere degli strafalcioni linguistici, senza rendersene conto. Ma, giusto la settimana scorsa, è stata celebrata la lingua italiana… prof-perquisisceQuale miglior occasione per trattare gli errori linguistici più comuni? Ecco la classifica.

APOSTROFO. Tra i segni più maltrattati della lingua italiana vi è sicuramente l’apostrofo.  Solitamente l’apostrofo viene utilizzato nei casi di elisione, come quando lo si pone tra l’articolo determinativo e la parola che inizia per vocale. La situazione cambia, ad esempio, per la parola “poco”, che subisce il troncamento e si trasforma in “po’” con apostrofo e non con accento. Per alcuni, i problemi sorgono quando si utilizza l’articolo indeterminativo, ma la regola è semplice: se si tratta di un nome maschile non va utilizzato l’apostrofo, se si tratta di un nome femminile sì, perché si tratta di elisione. Negli altri casi di troncamento, al maschile, non si utilizza l’apostrofo, al femminile sì perché è elisione. Ecco degli esempi:

  • nessun altro e non nessun’altro
  • alcun amico e non alcun’amico
  • buon appetito e non buon’appetito

QUAL É. Questa è una delle forme più discusse e, per quanto si continui a ripetere nei secoli dei secoli che non si utilizza l’apostrofo, molti in realtà continuano a sbagliare e a introdurlo.

IL CONGIUNTIVO. Il congiuntivo viene continuamente ignorato, sembrerebbe quasi essere il male del secolo, tanto che alcuni docenti si chiedono dove vada. Non si sa di preciso se sia vivo o morto, ma di sicuro è in rianimazione, dato che spesso si crede che il congiuntivo possa essere semplicemente sostituito da un presente. «L’importante è che tu sei contento» non è equivalente a dire «L’importante è che tu sia contento». Questo è sicuramente una tendenza della lingua italiana che si sta diffondendo, indisturbata, anche tra gli universitari. Un piccolo consiglio: quando utilizziamo la parola “che” (congiunzione, non pronome relativo), fermiamoci un attimo a pensare e valutiamo se utilizzare o meno il congiuntivo.

ED e AD. Quella simpaticissima lettera “d”, che si aggiunge alla congiunzione “e” o alla preposizione “a”, si chiama eufonica. Ha lo scopo di rendere più piacevole il suono delle parole, ma non è un optional. Dopo tanti dibattiti, si è arrivati alla conclusione che non va inserita davanti a tutte la parole che iniziano per vocale, ma solo quando vi sono parole che iniziano  per la stessa vocale. Esempi:

  • Vado ad Amburgo e non Vado ad Otranto
  • Sono felice ed entusiasta e non Sono felice ed arrabbiata

LA PUNTEGGIATURA. Il secondo male del secolo, dopo il congiuntivo, è soprattutto la punteggiatura. Chiunque può avere problemi di punteggiatura, ma il suo uso non è soggettivo. Chiunque abbia la tendenza a scrivere periodi molti lunghi dovrebbe rileggere ciò che scrive, perché troverà sempre lo spazio per introdurre delle virgole. Ma soprattutto: «Laura, la figlia dell’amica di mamma, è una brava ragazza»  sarà sicuramente più comprensibile di «Laura la figlia dell’amica di mamma è una brava ragazza». Quindi quando utilizziamo apposizioni, introduciamo periodi temporali o altro, in un discorso ampio, sarebbe bene “abusare delle virgole”. Invece appare morto e sepolto il punto e virgola, di cui molti non hanno mai compreso la funzione. Il punto e virgola è utilissimo per gli elenchi, ma all’interno di un discorso ancora di più: serve ad iniziare un nuovo periodo, che ha bisogno di un proprio spazio ma che sia collegato a quello precedente, per cui non c’è bisogno di ricorrere al punto fermo. Facciamo anche attenzione a non abusare dei punti esclamativi, ricorrenti negli sms, ma adatti a poche situazioni formali.

GLI E LE. Uno degli errori più commessi, nel linguaggio colloquiale, è sicuramente l’uso del pronome maschile anche quando ci si riferisce ad individui femminili. È una delle grandi tendenze della lingua italiana, che forse un giorno verrà accettata, dato che siamo noi parlanti a determinarne l’andamento. Ma, per il momento, si dice: «Ho parlato con Laura, ma ho dimenticato di darle la sua penna», non «Ho parlato con Laura, ma ho dimenticato di dargli la sua penna».

GLI ACCENTI. Gli accenti non sono esclusivamente utilizzati per parole come “sarà”, “pietà” e “sanità”. Gli accenti vengono anche utilizzati per distinguere alcune parole da altre: ad esempio, la terza persona singolare del verbo “dare”, che sarebbe “dà”, va segnalata con un accento per distinguerla dalla proposizione semplice “da”. E ancora, la risposta affermativa «Sì, lo voglio» va distinta dal semplice pronome «Giulia si lava». La lingua è però molto flessibile, ad esempio, si potrebbe distinguere anche “fa”, terza persona singolare del verbo “fare”, dalla nota musicale “fa, ma ciò non avviene, poiché la nota musicale viene utilizzata solo in un numero di discorsi limitati, contingenti all’ambito musicale.

HA ed È. Questo è un errore tipicamente compiuto dai siciliani nel linguaggio colloquiale, ma abbastanza grave. Forse a tutti i siciliani sarà capitato, almeno una volta nella vita, di sentire un proprio collega esclamare “Ha da tanto tempo che non apro il libro”. Probabilmente il collega sarà stato bocciato agli esami e non starà bene, ma vi assicuro che la sua lingua italiana starà ancor peggio. Si dice solo ed esclusivamente “È da tempo che non apro il libro”!

CHIAMARE. Anche questo è un tipico errore siciliano. Il verbo chiamare è utilizzato come un transitivo. Se vi capita di dire “Ho chiamato a Carmela”, sappiate che resta tra noi e si può chiudere un occhio, ma se doveste scrivere in un test “Ho chiamato a Carmela”, la preposizione verrebbe cerchiata infinite volte. La forma corretta è “Ho chiamato Carmela”, il verbo regge il complemento oggetto e non quello di termine.

GLI AVVERBI. Ci sono le borse, i bracciali, gli orecchini e, in mezzo a tutti questi accessori, anche gli avverbi. L’avverbio non è di sicuro la parola più importante all’interno di un periodo, ma conserva il suo significato. Tralasciando il consumatissimo “praticamente”, utilizzato in qualsiasi frase degli studenti, vi sono tantissimi altri avverbi che possono essere utilizzati impropriamente. Ad esempio, “possibilmente” e “probabilmente” non hanno lo stesso significato. Per non sbagliare, basterà tradurre l’avverbio: in questo caso si deve pensare a “È possibile” o “È probabile”.

L'articolo I 10 errori grammaticali che non credevi di commettere sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/11/06/i-10-errori-grammaticali-che-non-credevi-di-commettere/feed/ 1 1595
UNIUD – Eric Little, della New York University, ospite del Dipartimento di matematica e informatica http://www.liveuniversity.it/2014/11/04/uniud-eric-little-della-new-york-university-ospite-del-dipartimento-di-matematica-e-informatica/ http://www.liveuniversity.it/2014/11/04/uniud-eric-little-della-new-york-university-ospite-del-dipartimento-di-matematica-e-informatica/#respond Tue, 04 Nov 2014 10:57:13 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=1660 Università di Udine – Come analizzare, comprendere e dare un significato alle grandi quantità di dati di cui possiamo disporre al giorno d’oggi? Una risposta a questa esigenza viene dal cloud computing, le cui possibili applicazioni saranno al centro del seminario che lo studioso americano Eric Little terrà all’Università di Udine mercoledì 5 novembre, alle […]

L'articolo UNIUD – Eric Little, della New York University, ospite del Dipartimento di matematica e informatica sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

OLYMPUS DIGITAL CAMERAUniversità di Udine – Come analizzare, comprendere e dare un significato alle grandi quantità di dati di cui possiamo disporre al giorno d’oggi? Una risposta a questa esigenza viene dal cloud computing, le cui possibili applicazioni saranno al centro del seminario che lo studioso americano Eric Little terrà all’Università di Udine mercoledì 5 novembre, alle 14.30, nell’aula multimediale del Dipartimento di matematica e informatica (Dimi), presso il polo scientifico di via delle scienze 206 a Udine. Little, docente alla New York University, parlerà, in particolare, del “Designing and Building Advanced Analytics for Cloud-based Application” (Progettazione e costruzione si sistemi di analisi avanzati per applicazioni cloud).

Inoltre, martedì 4 e venerdì 6 novembre, Eric Little terrà due seminari sul “Design and building semantic technologies for cloud-based applications” nell’ambito del corso di Sistemi multimediali intelligenti della laurea in Scienze della comunicazione multimediale e tecnologie dell’informazione. Gli incontri inizieranno alle 14.30, nell’aula 42 del polo scientifico dell’Ateneo a Udine, e in teledidattica a Pordenone, nel laboratorio 6 del Centro polifunzionale dell’Ateneo, in via Prasecco 3.

I seminari, in inglese e aperti a tutti gli interessati, sono organizzati dal Dimi e affronteranno soprattutto il tema della “fusione delle informazioni” in ambito cloud. «La fusione delle informazioni – spiega il coordinatore degli eventi, Lauro Snidaro, ricercatore in informatica dell’ateneo friulano – è un ramo dell’informatica che mira ad integrare pezzi di informazioni da molteplici sorgenti, sensori o umani, partendo dall’assunto intuitivo che avere più punti di vista di un medesimo fenomeno possa aiutare a comprenderlo meglio. Nella pratica, questo si rivela però piuttosto difficile perché entrano in gioco diversi fattori quali ad esempio incertezza, imprecisione e incompletezza dei dati ottenuti dalle sorgenti che possono inficiare il processo di fusione e quindi la corretta valutazione del fenomeno in oggetto».

L'articolo UNIUD – Eric Little, della New York University, ospite del Dipartimento di matematica e informatica sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/11/04/uniud-eric-little-della-new-york-university-ospite-del-dipartimento-di-matematica-e-informatica/feed/ 0 1660
UNIUD – Il rapporto fra etica e matematica nel pensiero economico: ne parla Flavo Pressacco martedì 28 ottobre http://www.liveuniversity.it/2014/10/24/uniud-il-rapporto-fra-etica-e-matematica-nel-pensiero-economico-ne-parla-flavo-pressacco-martedi-28-ottobre/ http://www.liveuniversity.it/2014/10/24/uniud-il-rapporto-fra-etica-e-matematica-nel-pensiero-economico-ne-parla-flavo-pressacco-martedi-28-ottobre/#respond Fri, 24 Oct 2014 10:53:05 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=1512 Il rapporto, ancora tutto da indagare, tra etica e matematica è il tema di «Matem-etica. Matematica ed etica nella storia del pensiero economico”, la lectio magistralis che Flavio Pressacco, docente di metodi matematici dell’economia e delle scienze attuariali e finanziarie dell’università di Udine, terrà martedì 28 ottobre dalle 15.15, presso l’aula 1 del polo economico […]

L'articolo UNIUD – Il rapporto fra etica e matematica nel pensiero economico: ne parla Flavo Pressacco martedì 28 ottobre sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Il rapporto, ancora tutto da indagare, tra etica e matematica è il tema di «Matem-etica. Matematica ed etica nella storia del pensiero economico”, la lectio magistralis che Flavio Pressacco, docente di metodi matematici dell’economia e delle scienze attuariali e finanziarie dell’università di Udine, terrà martedì 28 ottobre dalle 15.15, presso l’aula 1 del polo economico giuridico dell’Università di Udine, in via Tomadini 30/A a Udine. La lezione si inserisce nel programma formativo del Laboratorio di etica, economia e diritto dell’ateneo friulano (LabEED). Porterà i saluti il rettore Alberto Felice De Toni. La conferenza affronterà un tema nuovo nel dibattito scientifico. Se la relazione tra etica ed economia e quella tra etica e matematica sono state, infatti, a fondo analizzate, «il rapporto tra etica e matematica – sottolinea Pressacco – è ancora tutto da chiarire».

 «Possiamo immaginare etica, economia e matematica – spiega Pressacco – come vertici di un triangolo. Il lato che unisce il vertice dell’etica e dell’economia è oggetto di studi già da diversi anni. Lo stesso vale per il lato che congiunge matematica ed economia, basti pensare ai diversi matematici premiati dal Nobel all’economia. Manca, invece, una riflessione approfondita sul rapporto tra etica e matematica. È stata questa mancanza ad attirare la mia attenzione e a stimolarmi in questa ricerca».

 «Il rapporto tra etica e matematica – aggiunge il direttore del Dipartimento di scienze economiche e statistiche dell’ateneo, Andrea Moretti – è interpretabile all’interno del vasto e pluriennale processo di analisi e dibattito delle relazioni tra etica ed economia che ha caratterizzato l’offerta didattica del nostro Dipartimento udinese».

 La conferenza si inserisce nell’ambito delle attività di LabEED, organizzate dai Dipartimenti di scienze economiche e statistiche e di scienze giuridiche dell’università di Udine con l’obiettivo di contribuire a introdurre l’educazione e la formazione etico-economica e finanziaria nel bagaglio formativo e culturale degli studenti universitari e delle scuole superiori.

L'articolo UNIUD – Il rapporto fra etica e matematica nel pensiero economico: ne parla Flavo Pressacco martedì 28 ottobre sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/10/24/uniud-il-rapporto-fra-etica-e-matematica-nel-pensiero-economico-ne-parla-flavo-pressacco-martedi-28-ottobre/feed/ 0 1512
UNITS – Nel ranking mondiale Trieste ai vertici in Italia http://www.liveuniversity.it/2014/10/05/units-nel-ranking-mondiale-trieste-ai-vertici-in-italia/ http://www.liveuniversity.it/2014/10/05/units-nel-ranking-mondiale-trieste-ai-vertici-in-italia/#respond Sun, 05 Oct 2014 07:28:04 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=1458 L’universita’ di Trieste si conferma ancora una volta ai vertici degli atenei italiani nella nuova classifica The-Times Higher Education-World University Rankings 2014/2015. Nella nuova graduatoria redatta dal prestigioso magazine inglese, che valuta i quattrocento migliori atenei mondiali, l’ateneo giuliano – si legge in una nota – migliora ancora la sua posizione collocandosi al secondo posto […]

L'articolo UNITS – Nel ranking mondiale Trieste ai vertici in Italia sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Ranking THEL’universita’ di Trieste si conferma ancora una volta ai vertici degli atenei italiani nella nuova classifica The-Times Higher Education-World University Rankings 2014/2015. Nella nuova graduatoria redatta dal prestigioso magazine inglese, che valuta i quattrocento migliori atenei mondiali, l’ateneo giuliano – si legge in una nota – migliora ancora la sua posizione collocandosi al secondo posto assoluto fra le universita’ italiane cioe’ 201/a, unica italiana nel gruppo 201-225/o della graduatoria generale, seguita nei gruppi successivi da Milano Bicocca, Pavia, Trento, Bologna, Milano Statale, Padova, Milano Politecnico, La Sapienza di Roma, Firenze. Soltanto La Normale di Pisa precede Trieste registrando un ragguardevole 63/o posto e facendo un autentico balzo in avanti, entrando, unica italiana, fra le Top 100 mondiali. L’universita’ di Trieste risulta quindi posizionata in un gruppo di atenei sostanzialmente a pari merito, assieme a prestigiosi atenei quali Barcelona, Bruxelles, Bergen, Francoforte, Innsbruck, Strasburgo. Per il rettore Maurizio Fermeglia la posizione raggiunta da Trieste “dimostra l’elevata qualita’ scientifica e didattica che l’ateneo riesce a ritagliarsi fra le varie istituzioni di alta educazione e ricerca in Italia e nel mondo”.

Il Rettore Maurizio Fermeglia ha appreso con molta soddisfazione la notizia del nuovo brillante piazzamento ed ha dichiarato che “ancora una volta l’Università di Trieste si conferma ai vertici nazionali ed in ottimo posizionamento internazionale, in una delle classifiche più prestigiose del mondo, quella della londinese THE. Ciò dimostra l’elevata qualità scientifica e didattica che l’ateneo triestino riesce a ritagliarsi fra le varie istituzioni di alta educazione e ricerca in Italia e nel mondo. Questo risultato ci conforta non poco, anche nei nostri diuturni sforzi per mantenere sempre elevati i livelli dell’insegnamento accademico, della ricerca scientifica che si sviluppano a Trieste e con particolare rilievo e collegamento ai processi di internazionalizzazione, ai rapporti con gli enti culturali e con l’industria e le realtà produttive. Auspichiamo che anche gli Enti territoriali più rappresentativi colgano appieno e sostengano la fondamentale risorsa cittadina e regionale costituita dall’Università degli studi di Trieste.”

L'articolo UNITS – Nel ranking mondiale Trieste ai vertici in Italia sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/10/05/units-nel-ranking-mondiale-trieste-ai-vertici-in-italia/feed/ 0 1458
UNIUD – Il rettore dell’Università di Udine e il suo #icebucketchallenge http://www.liveuniversity.it/2014/09/09/uniud-il-rettore-delluniversita-di-udine-e-il-suo-icebucketchallenge/ http://www.liveuniversity.it/2014/09/09/uniud-il-rettore-delluniversita-di-udine-e-il-suo-icebucketchallenge/#respond Tue, 09 Sep 2014 16:35:22 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=1361 “Doccia fredda benefica” per il rettore dell’Università di Udine Alberto Felice De Toni che questo pomeriggio, nel cortile della sede del rettorato dell’ateneo a palazzo Florio, ha dato seguito alla catena dell’“ice bucket challenge” (#icebucketchallenge), l’ormai nota campagna di raccolta fondi per la ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica (Sla), promossa dall’associazione americana Als Association e […]

L'articolo UNIUD – Il rettore dell’Università di Udine e il suo #icebucketchallenge sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

“Doccia fredda benefica” per il rettore dell’Università di Udine Alberto Felice De Toni che questo pomeriggio, nel cortile della sede del rettorato dell’ateneo a palazzo Florio, ha dato seguito alla catena dell’“ice bucket challenge” (#icebucketchallenge), l’ormai nota campagna di raccolta fondi per la ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica (Sla), promossa dall’associazione americana Als Association e rilanciata in Italia da Aisla. De Toni ha partecipato all’iniziativa – che prevede che i partecipanti dopo la donazione si versino una secchiata d’acqua gelata in testa immortalando il momento e facendolo circolare sui social network – in seguito alla nomina ricevuta dal rettore dell’ateneo giuliano Murizio Fermeglia.

 «Partecipo a questa catena di solidarietà – ha detto il rettore De Toni – perché, come ricorda Ovidio, “nulla è più duro d’una pietra e nulla è più molle dell’acqua, eppure la molle acqua scava la dura pietra”: analogamente mi auguro che la dura malattia della Sla possa essere scavata e debellata dall’acqua di migliaia di catini che ci hanno preceduti e che continueranno dopo di noi».

 Il rettore ha quindi voluto proseguire la catena coinvolgendo il mondo delle categorie economiche e nominando il presidente della Camera di Commercio di Udine, Giovanni Da Pozzo, e il presidente di Confindustria di Udine, Matteo Tonon.

 Su invito del rettore, all’ice bucket erano presenti tutti i prorettori in rappresentanza del corpo docente, il direttore generale e la segreteria del rettore in rappresentanza del personale tecnico amministrativo, e la componente studentesca degli organi accademici di rappresentanza degli studenti. «In questo modo – ha precisato De Toni – l’intera comunità accademica partecipa simbolicamente a questa raccolta fondi».

La bacinella di acqua ghiacciata è stata rovesciata sul rettore, per sua esplicita richiesta, dagli studenti. «Della serie – ha ironizzato De Toni – “tutto quello che avreste voluto fare ai professori e non avete mai osato fare”!».

4

L'articolo UNIUD – Il rettore dell’Università di Udine e il suo #icebucketchallenge sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/09/09/uniud-il-rettore-delluniversita-di-udine-e-il-suo-icebucketchallenge/feed/ 0 1361
Classifica Censis. La grande guida per l’Università 2014-2015 http://www.liveuniversity.it/2014/07/25/classifica-censis-la-grande-guida-per-luniversita-2014-2015/ http://www.liveuniversity.it/2014/07/25/classifica-censis-la-grande-guida-per-luniversita-2014-2015/#respond Fri, 25 Jul 2014 07:27:11 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=1251 Leggi anche la classifica pubblicata dal “Sole 24 Ore” – Puntale come sempre, arriva a fine luglio la “Grande Guida per l’Università” redatta da Repubblica. Approfondimenti, statistiche, e l’attesa classifica Censis che stila le graduatorie degli Atenei italiani. Miglior ateneo italiano, ancora una volta. Secondo la classifica Censis, l’Università di Bologna si riconferma per il quinto anno […]

L'articolo Classifica Censis. La grande guida per l’Università 2014-2015 sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
1 - Mega Atenei
1 - Mega Atenei
« 1 di 7 »

Leggi anche la classifica pubblicata dal “Sole 24 Ore” – Puntale come sempre, arriva a fine luglio la “Grande Guida per l’Università” redatta da Repubblica. Approfondimenti, statistiche, e l’attesa classifica Censis che stila le graduatorie degli Atenei italiani.

Miglior ateneo italiano, ancora una volta. Secondo la classifica Censis, l’Università di Bologna si riconferma per il quinto anno consecutivo al primo posto tra gli undici grandi atenei italiani – quelli con più di 40mila iscritti – staccando di poco Padova e Firenze e di parecchie lunghezze perfino Torino e La Sapienza di Roma.

L’analisi stilata da Censis Servizi e pubblicata sulla “Grande Guida Università 2014/2015” di Repubblica uscita il 22 luglio scorso, premia l’Ateneo di Bologna con un punteggio ancora più elevato dell’anno scorso, facendolo passare da 93,7 punti a 97,8 punti.

La classifica tiene conto di cinque parametri: servizi, borse e contributi, strutture, web e internazionalizzazione. 

L'articolo Classifica Censis. La grande guida per l’Università 2014-2015 sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/07/25/classifica-censis-la-grande-guida-per-luniversita-2014-2015/feed/ 0 1251
TEST AMMISSIONE – Professioni sanitarie: posti disponibili per a.a 2014-15 http://www.liveuniversity.it/2014/07/02/test-ammissione-professioni-sanitarie-posti-disponibili-per-a-a-2014-15/ http://www.liveuniversity.it/2014/07/02/test-ammissione-professioni-sanitarie-posti-disponibili-per-a-a-2014-15/#respond Wed, 02 Jul 2014 09:02:55 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=1095 Per l’anno accademico 2014-2015, il numero dei posti disponibili a livello nazionale per le immatricolazioni aicorsi di laurea delle professioni sanitarie degli studenti comunitari e non comunitari residenti in Italia di cui all’articolo 39 del citato decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 è definito, come di seguito indicato per ciascuna classe di afferenza e […]

L'articolo TEST AMMISSIONE – Professioni sanitarie: posti disponibili per a.a 2014-15 sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
1
1
« 1 di 4 »

Per l’anno accademico 2014-2015, il numero dei posti disponibili a livello nazionale per le immatricolazioni aicorsi di laurea delle professioni sanitarie degli studenti comunitari e non comunitari residenti in Italia di cui all’articolo 39 del citato decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 è definito, come di seguito indicato per ciascuna classe di afferenza e tipologia di corso, secondo la ripartizione di cui alle tabelle allegate che costituiscono parte integrante del presente decreto.

Decreto Ministeriale 1 luglio 2014 n. 528
Il presente decreto è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

TABELLE POSTI DISPONIBILI

dm528_2014_allegato_tabelle_001
dm528_2014_allegato_tabelle_001
« 1 di 6 »

L'articolo TEST AMMISSIONE – Professioni sanitarie: posti disponibili per a.a 2014-15 sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/07/02/test-ammissione-professioni-sanitarie-posti-disponibili-per-a-a-2014-15/feed/ 0 1095
TFA 2014 (tirocinio formativo attivo) sono 147.000 gli iscritti alla preselezione http://www.liveuniversity.it/2014/06/27/tfa-tirocinio-formativo-attivo-sono-147-000-gli-iscritti-alla-preselezione/ http://www.liveuniversity.it/2014/06/27/tfa-tirocinio-formativo-attivo-sono-147-000-gli-iscritti-alla-preselezione/#comments Fri, 27 Jun 2014 18:13:40 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=1062 Sono 146.742 gli iscritti alle prove di preselezione per l’accesso al secondo ciclo del Tfa, il Tirocinio formativo attivo necessario per abilitarsi all’insegnamento nella scuola secondaria. Le domande sono scadute lo scorso 16 giugno e il quadro delle adesioni mostra il permanere di un elevato interesse per la carriera insegnante da parte dei giovani. L’età media dei candidati […]

L'articolo TFA 2014 (tirocinio formativo attivo) sono 147.000 gli iscritti alla preselezione sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

tafa 2014Sono 146.742 gli iscritti alle prove di preselezione per l’accesso al secondo ciclo del Tfa, il Tirocinio formativo attivo necessario per abilitarsi all’insegnamento nella scuola secondaria. Le domande sono scadute lo scorso 16 giugno e il quadro delle adesioni mostra il permanere di un elevato interesse per la carriera insegnante da parte dei giovani. L’età media dei candidati è, infatti, 33,6 anni, contro i 35,4 della precedente selezione del 2012. Il 68,7% degli iscritti è una donna. 

posti banditi per il secondo ciclo di Tfa sono 22.478. Sono inoltre stati autorizzati 6.602 posti per la specializzazione sul sostegno riservati a docenti già abilitati. Il numero di classi di concorso coinvolte in questa seconda tornata è più ampio, per dare maggiore possibilità ai giovani laureati di avviarsi all’insegnamento. Il numero più elevato di iscritti alla preselezione si riscontra nell’Ambito 4 (14.961 domande) che accorpa la classe di concorso A050 (Materie Letterarie nell’istruzione di II grado) e la classe A043 (Italiano, Storia e Geografia nella scuola media) 
La regione con il maggior numero di candidati è la Campania (24.142). Seguono Lazio (16.866), Sicilia(15.235), Lombardia (14.235). La selezione preliminare per l’ingresso nei Tfa, che si svolgerà nel mese di luglio, prevede un test identico su tutto il territorio nazionale per ciascuna classe di abilitazione. I candidati dovranno rispondere a 60 quesiti in 120 minuti. Chi supera la prova dovrà poi sostenere uno scritto e un orale. I corsi, tenuti dalle università, partiranno a novembre. In occasione del primo ciclo del Tfa le iscrizioni confermate alla preselezione erano state 176.495 per poco più di 20.000 posti banditi. I presenti reali al test furono poi poco più di 115.000.

Dati per regioni

Fonte: Miur

L'articolo TFA 2014 (tirocinio formativo attivo) sono 147.000 gli iscritti alla preselezione sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/06/27/tfa-tirocinio-formativo-attivo-sono-147-000-gli-iscritti-alla-preselezione/feed/ 1 1062
In quale università i maggiori sbocchi occupazionali? I dati aggiornati del Sole 24 ore http://www.liveuniversity.it/2014/06/26/in-quale-universita-i-maggiori-sbocchi-occupazionali-i-dati-aggiornati-del-sole-24-ore/ http://www.liveuniversity.it/2014/06/26/in-quale-universita-i-maggiori-sbocchi-occupazionali-i-dati-aggiornati-del-sole-24-ore/#comments Thu, 26 Jun 2014 17:20:12 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=999 Siete in procinto di scegliere la vostra università? Dubbi sulla città in cui andare a studiare? Arriva in soccorso la recentissima pubblicazione del Sole 24 ore, che come di consueto nel mese di giugno stila la classifica nazionale sui migliori Atenei italiani. (guarda la classifica). La classifica si basa su dodici indicatori di qualità, riportiamo […]

L'articolo In quale università i maggiori sbocchi occupazionali? I dati aggiornati del Sole 24 ore sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
1
1
« 1 di 8 »

Siete in procinto di scegliere la vostra università? Dubbi sulla città in cui andare a studiare? Arriva in soccorso la recentissima pubblicazione del Sole 24 ore, che come di consueto nel mese di giugno stila la classifica nazionale sui migliori Atenei italiani. (guarda la classifica).

La classifica si basa su dodici indicatori di qualità, riportiamo i dati relativi all’occupazione post laurea estrapolando la classifica integrale stilata dal Sole 24 ore basandosi sui dati AlmaLaurea (indagine 2014 sui laureati 2012) tranne: (*) Consorzio Stella (indagine sui laureati 2012) e (**) Dati forniti dai singoli atenei (solo su laureati magistrali e/o a ciclo unico.

Alla prima posizione spicca l’Università di Brescia, subito seguita dalle università di Bergamo e Foro Italico. Molto buoni anche i risultati di Pavia, Milano Bicocca e del Politecnico di Torino. Fra i primi dieci anche l’Università di Verona e la Statale di Milano rispettivamente prima e terza del ranking delle migliori università italiane.

Più “tradizionale” la situazione fra gli atenei non statali, dove l’Università di Bolzano continua a tagliare il traguardo per primo, seguito da Milano San Raffaele e Liuc.

L'articolo In quale università i maggiori sbocchi occupazionali? I dati aggiornati del Sole 24 ore sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/06/26/in-quale-universita-i-maggiori-sbocchi-occupazionali-i-dati-aggiornati-del-sole-24-ore/feed/ 1 999
La classifica delle migliori Università Italiane: i dati aggiornati del Sole 24 ore http://www.liveuniversity.it/2014/06/23/la-classifica-delle-migliori-universita-italiane-i-dati-aggiornati-del-sole-24-ore/ http://www.liveuniversity.it/2014/06/23/la-classifica-delle-migliori-universita-italiane-i-dati-aggiornati-del-sole-24-ore/#comments Mon, 23 Jun 2014 07:14:44 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=963 La classifica, l’ultima rilasciata da “Il Sole 24 ore“ (Classifica a cura del giornalista Gianni Trovati). L’autorevole quotidiano come di consueto stila la classifica delle Università Italiane, basandosi su degli indicatori di qualità (Attrattività, Sostenibilità, Stage, Mobilità Internazionale, Borse di Studio, Dispersione, Efficacia, Soddisfazione, Occupazione, Ricerca, Fondi esterni, Alta formazione. AGGIORNAMENTO AL 23 GIUGNO 2014 […]

L'articolo La classifica delle migliori Università Italiane: i dati aggiornati del Sole 24 ore sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
1 - DALLA PRIMA ALLA QUINDICESIMA
1 - DALLA PRIMA ALLA QUINDICESIMA
« 1 di 5 »

La classifica, l’ultima rilasciata da “Il Sole 24 ore“ (Classifica a cura del giornalista Gianni Trovati). L’autorevole quotidiano come di consueto stila la classifica delle Università Italiane, basandosi su degli indicatori di qualità (Attrattività, Sostenibilità, Stage, Mobilità Internazionale, Borse di Studio, Dispersione, Efficacia, Soddisfazione, Occupazione, Ricerca, Fondi esterni, Alta formazione.

AGGIORNAMENTO AL 23 GIUGNO 2014

Il Sole 24 Ore ha aggiornato la classifica delle Università italiane, scopri a che punto è l’Ateneo in cui vorresti andare.

Il Punteggio massimo 84 punti e lo conquista l’Università di Verona, seguito a ruota dal l’Università di Trento e da Politecnico di Milano. Il punteggio peggiore invece ancora una volta per l’Università “Napoli Parthenope”, (classifica precedente) penultima l’Università di Palermo.

L'articolo La classifica delle migliori Università Italiane: i dati aggiornati del Sole 24 ore sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/06/23/la-classifica-delle-migliori-universita-italiane-i-dati-aggiornati-del-sole-24-ore/feed/ 30 963
La classifica delle Università italiane. Scopri la posizione dell’Ateneo in cui vorresti iscriverti http://www.liveuniversity.it/2014/06/22/la-classifica-delle-universita-italane-scopri-a-che-punto-sta-lateneo-in-cui-vorresti-iscriverti/ http://www.liveuniversity.it/2014/06/22/la-classifica-delle-universita-italane-scopri-a-che-punto-sta-lateneo-in-cui-vorresti-iscriverti/#comments Sun, 22 Jun 2014 07:31:53 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=941 Aggiornamenti: la classifica aggiornata al 23 giugno 2014 La classifica, l’ultima rilasciata da “Il Sole 24 ore“. L’autorevole quotidiano come di consueto stila la classifica delle Università Italiane, basandosi su nove indicatori di qualità (dall’affollamento alla dispersione, dall’indice di attrattività all’impegno nella ricerca). Il Sole 24 Ore ha aggiornato la classifica delle Univesrità italiane, scopri a che […]

L'articolo La classifica delle Università italiane. Scopri la posizione dell’Ateneo in cui vorresti iscriverti sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
1 - Primi in classifica
1 -  Primi in classifica
« 1 di 8 »

Aggiornamenti: la classifica aggiornata al 23 giugno 2014

La classifica, l’ultima rilasciata da “Il Sole 24 ore“. L’autorevole quotidiano come di consueto stila la classifica delle Università Italiane, basandosi su nove indicatori di qualità (dall’affollamento alla dispersione, dall’indice di attrattività all’impegno nella ricerca).

Il Sole 24 Ore ha aggiornato la classifica delle Univesrità italiane, scopri a che punto è l’Ateneo in cui vorresti andare.
Il Punteggio massimo 900 punti, quello minimo lo detiene Napoli Parthenope
Vince il Politecnico di Milano, Bocconi al top tra le private.
In Abruzzo è L’Aquila a guidare la classifica col 17° posto. Catania 50° posto e Palermo al 52°posto.

L'articolo La classifica delle Università italiane. Scopri la posizione dell’Ateneo in cui vorresti iscriverti sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/06/22/la-classifica-delle-universita-italane-scopri-a-che-punto-sta-lateneo-in-cui-vorresti-iscriverti/feed/ 4 941
Test Ingegneria 2014: sarà a numero programmato giorno 4 settembre http://www.liveuniversity.it/2014/06/20/test-ingegneria-2014-sara-a-numero-programmato-giorno-4-settembre/ http://www.liveuniversity.it/2014/06/20/test-ingegneria-2014-sara-a-numero-programmato-giorno-4-settembre/#respond Fri, 20 Jun 2014 15:40:20 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=935 Il test di Ingegneria per l’anno accademico 2014 è stato fissatto per giorno 4 settembre alle ore 10,00 in contemporanea nazionale con altre facoltà di Ingegneria. Come dal 2006 a questa parte a predisporre i test d’ammissione sarà il CISIA. Le modalità di iscrizione e di  accesso in aula sono disciplinate da ogni singolo Ateneo e […]

L'articolo Test Ingegneria 2014: sarà a numero programmato giorno 4 settembre sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

ingegnere-civileIl test di Ingegneria per l’anno accademico 2014 è stato fissatto per giorno 4 settembre alle ore 10,00 in contemporanea nazionale con altre facoltà di Ingegneria. Come dal 2006 a questa parte a predisporre i test d’ammissione sarà il CISIA.

Le modalità di iscrizione e di  accesso in aula sono disciplinate da ogni singolo Ateneo e verranno rese note nei prossimi giorni. Si raccomanda di consultare i diversi bandi e regolamenti che ogni Ateneo promulga e pubblicizza sui propri siti.

Le sedi universitarie che parteciperanno al Test Cartaceo in Presenza 2014 il giorno 4 Settembre alle ore 10.00 saranno:

  1. Seconda Università degli Studi di Napoli
  2. Università “Mediterranea” di Reggio Calabria
  3. Università degli Studi del Molise
  4. Università degli Studi del Sannio
  5. Università degli Studi della Basilicata
  6. Università degli Studi dell’Aquila
  7. Università degli Studi di Bergamo
  8. Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale
  9. Università degli Studi di Firenze
  10. Università degli Studi di Messina
  11. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia – sede di Modena
  12. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia – sede di Reggio Emilia
  13. Università degli Studi di Napoli “Parthenope”
  14. Università degli Studi di Napoli Federico II
  15. Università degli Studi di Padova
  16. Università degli Studi di Palermo
  17. Università degli Studi di Parma
  18. Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  19. Università degli Studi di Salerno
  20. Università degli Studi di Siena
  21. Università degli Studi di Trento
  22. Università degli Studi di Trieste
  23. Università del Salento
  24. Università della Calabria
  25. Università di Catania
  26. Università di Pisa

L'articolo Test Ingegneria 2014: sarà a numero programmato giorno 4 settembre sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/06/20/test-ingegneria-2014-sara-a-numero-programmato-giorno-4-settembre/feed/ 0 935
Campionati calcio a 5. Vince Chieti, seconda il team dell’Unical http://www.liveuniversity.it/2014/06/16/campionati-calcio-a-5-vince-chieti-seconda-il-team-dellunical/ http://www.liveuniversity.it/2014/06/16/campionati-calcio-a-5-vince-chieti-seconda-il-team-dellunical/#respond Mon, 16 Jun 2014 14:17:32 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=914 Il team dell’Università di Chieti,  terza volta campione  secondi invece Cruc Unical, arrivato ai ventunesimi campionati di calcio a 5 riservati ai dipendenti delle universita’ italiane. Sul sintetico del Green Village di Sibari, la squadra dell’Universita’ della Calabria – spiega una nota dell’ufficio stampa dell’ateneo – ha ceduto, in finale, solo ai tre volte campioni […]

L'articolo Campionati calcio a 5. Vince Chieti, seconda il team dell’Unical sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
Il team dell’Università di Chieti,  terza volta campione  secondi invece Cruc Unical, arrivato ai ventunesimi campionati di calcio a 5 riservati ai dipendenti delle universita’ italiane.

image

Sul sintetico del Green Village di Sibari, la squadra dell’Universita’ della Calabria – spiega una nota dell’ufficio stampa dell’ateneo – ha ceduto, in finale, solo ai tre volte campioni d’Italia dell’Universita’ di Chieti.

Al torneo hanno partecipato le universita’ di Benevento, Brescia, Cagliari, Catania, Chieti, Cosenza, Genova, L’Aquila, Milano Bicocca, Milano S. Viterbo, Napoli Federico II, Napoli S.U.N., Padova-Trieste, Palermo, Perugia, Pisa, Reggio Calabria, Salerno, Siena, Torino e Trento.
La formazione calabrese nel girone iniziale s’e’ sbarazzata del Perugia (sconfitto per 2-0 con reti di Violi e Valentini), del Brescia (12-0 con 4 gol di Valentini , 4 Brusco, 3 Pergola, 1 Folino) e del Genova (4- 2 con reti di Violi 2 e Brusco 2). Nei quarti di finale ha trovato il Pisa (vittoria per 4-2) ed in semifinale la rappresentativa dell’Universita’ di Genova (superata 1 a 0 con gol di Costa). In finale il team dell’UniCal ha incontrato i campioni in carica del Chieti ed ha perso 4 a 2 (per il Cruc ha segnato Costa e Violi). (AGI)

L'articolo Campionati calcio a 5. Vince Chieti, seconda il team dell’Unical sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/06/16/campionati-calcio-a-5-vince-chieti-seconda-il-team-dellunical/feed/ 0 914
Test Medicina 2014 – Giannini: tutto rimarrà invariato, seguire modello dello scorso anno http://www.liveuniversity.it/2014/06/13/test-medicina-2014/ http://www.liveuniversity.it/2014/06/13/test-medicina-2014/#comments Fri, 13 Jun 2014 08:01:33 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=891 Sembra dare conferma di quanto detto all’Università di Palermo. La Giannini ci ripensa, addio al modello francese, tutto rimane come prima. ‘Sul numero chiuso per le facolta’ universitarie ho espresso una perplessita’ sul metodo di selezione utilizzato in questi anni, che sappiamo e’ costituito da una serie di test che investono varie discipline per sondare […]

L'articolo Test Medicina 2014 – Giannini: tutto rimarrà invariato, seguire modello dello scorso anno sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

test-medicina-2014-posti-586x345Sembra dare conferma di quanto detto all’Università di Palermo. La Giannini ci ripensa, addio al modello francese, tutto rimane come prima.

‘Sul numero chiuso per le facolta’ universitarie ho espresso una perplessita’ sul metodo di selezione utilizzato in questi anni, che sappiamo e’ costituito da una serie di test che investono varie discipline per sondare la conoscenza di materie che poi verranno studiate”.

Stefania Giannini a ”Prima di tutto”, Radio 1, si esprime sulla efficacia del numero chiuso negli accessi universitari. ”Questo metodo introduce nella realta’ italiana un sistema che e’ poco familiare per i nostri studenti. Nel mondo anglosassone, viceversa, gli studenti incontrano molto di frequente lo strumento del test nella loro carriera scolastica. Il nostro e’ un sistema che si giova di altri strumenti di valutazione. Quindi – ha precisato il ministro Giannini- occorre fare una seria riflessione.

Penso alla Francia, ad esempio, che liberalizza l’ingresso a medicina per poi selezionare molto severamente gli studenti durante il primo anno di corso. Questa decisione implica ovviamente una serie di difficolta’ per gli atenei, comunque e’ una discussione che si apre. Il prossimo anno accademico 2014-2015 – ha concluso il ministro Giannini- naturalmente si strutturera’ con le regole gia’ in vigore, quindi gli studenti che hanno effettuato il test questa primavera continueranno a fare riferimento a questo strumento”.

L'articolo Test Medicina 2014 – Giannini: tutto rimarrà invariato, seguire modello dello scorso anno sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/06/13/test-medicina-2014/feed/ 8 891
UNIUD – Nuovi accordi per favorire l’internazionalizzazione http://www.liveuniversity.it/2014/06/09/uniud-nuovi-accordi-per-favorire-linternazionalizzazione/ http://www.liveuniversity.it/2014/06/09/uniud-nuovi-accordi-per-favorire-linternazionalizzazione/#respond Mon, 09 Jun 2014 08:46:37 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=830 Università di Udine – Attivare nuove collaborazioni e sinergie nella didattica, nella ricerca e nella progettazione europea. Sono gli obiettivi dell’accordo di collaborazione tra le università di Udine e di Fiume firmato dai rettori Alberto Felice De Toni e Pero Lučin. L’intesa è stata firmata in occasione della visita ufficiale di De Toni all’ateneo croato. […]

L'articolo UNIUD – Nuovi accordi per favorire l’internazionalizzazione sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

internazionalizzazioneUniversità di Udine – Attivare nuove collaborazioni e sinergie nella didattica, nella ricerca e nella progettazione europea. Sono gli obiettivi dell’accordo di collaborazione tra le università di Udine e di Fiume firmato dai rettori Alberto Felice De Toni e Pero Lučin. L’intesa è stata firmata in occasione della visita ufficiale di De Toni all’ateneo croato. «Questo accordo – ha spiegato De Toni – pone le basi per una proficua  collaborazione, in particolare per la progettazione europea e per la didattica; per esempio attraverso i cosiddetti i “double degree”».

Il rettore dell’Università di Udine si è detto «molto soddisfatto» dell’incontro con i vertici dell’ateneo fiumano e «piacevolmente colpito» dalle sue strutture. «Abbiamo invitato i colleghi di Fiume a Udine – ha affermato De Toni – e quanto prima fisseremo la data dell’incontro».

Il rettore dell’ateneo friulano era accompagnato da Antonella Riem, delegata per l’internazionalizzazione; Sandra Salvador, responsabile dell’Area servizi per la ricerca, e da Luca Taddio della casa editrice Mimesis. Per l’Università di Fiume, oltre al rettore, hanno partecipato all’incontro anche Snježana Prijić Samaržija, delegata alla didattica e ai servizi agli studenti; Goran Turkalj, preside della facoltà di Ingegneria; Elso Kuljanic, già docente all’università di Udine, e Darko Štefan, responsabile dell’Ufficio relazioni internazionali.

L'articolo UNIUD – Nuovi accordi per favorire l’internazionalizzazione sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/06/09/uniud-nuovi-accordi-per-favorire-linternazionalizzazione/feed/ 0 830
PROFILO LAUREATI 2013: Più giovani e regolari negli studi, con maggiore esperienza di tirocini http://www.liveuniversity.it/2014/06/03/profilo-laureati-2013-piu-giovani-e-regolari-negli-studi-con-maggiore-esperienza-di-tirocini/ http://www.liveuniversity.it/2014/06/03/profilo-laureati-2013-piu-giovani-e-regolari-negli-studi-con-maggiore-esperienza-di-tirocini/#respond Tue, 03 Jun 2014 09:46:20 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=780 Più giovane alla laurea, più regolare negli studi e con maggiore esperienza di stage. È il ritratto del laureato 2013 dell’Università di Udine che emerge dal XVI Profilo dei laureati realizzato dal Consorzio interuniversitario Almalaurea. Complessivamente l’indagine ha interessato 230mila laureati di 64 atenei. I laureati dell’Ateneo friulano coinvolti sono 2.971 di cui 1.864 laureati […]

L'articolo PROFILO LAUREATI 2013: Più giovani e regolari negli studi, con maggiore esperienza di tirocini sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

downloadPiù giovane alla laurea, più regolare negli studi e con maggiore esperienza di stage. È il ritratto del laureato 2013 dell’Università di Udine che emerge dal XVI Profilo dei laureati realizzato dal Consorzio interuniversitario Almalaurea. Complessivamente l’indagine ha interessato 230mila laureati di 64 atenei. I laureati dell’Ateneo friulano coinvolti sono 2.971 di cui 1.864 laureati di primo livello, 826 laureati nei percorsi magistrali biennali e 134 laureati magistrali a ciclo unico.

Per capire come cambiano i laureati di Udine per effetto della riforma universitaria è possibile confrontare i laureati del 2013 con quelli che hanno concluso gli studi in corsi pre-riforma nel 2004, anno di riferimento. L’età media dei laureati del 2013 è di 26,2 anni contro i 27,1 anni dei laureati pre-riforma usciti nel 2004. Nel passaggio dal vecchio al nuovo ordinamento sono positivi gli effetti sulla regolarità negli studi: i laureati pre-riforma in corso nel 2004 erano il 15 per cento contro il 52 per cento del 2013. Con la riforma crescono anche le esperienze di tirocinio e stage che coinvolgevano il 19 per cento dei laureati del 2004 contro il 58 per cento nel 2013. La tendenza al proseguimento degli studi, che prima della riforma riguardava il 37 per cento dei laureati, aumenta al 50 per cento (61 per cento fra i laureati di primo livello).

«L’indagine – spiega il delegato dell’ateneo per il placement, Marco Sartor – traccia un profilo più che positivo dei nostri laureati, rispetto alla media dei loro colleghi a livello nazionale. L’ateneo ha fra le sue linee strategiche di intervento quella di migliorare le chance professionali dei nostri neo dottori. E per contribuire a farlo a giugno partirà, primo a livello nazionale, il progetto dell’‘International career center’ che farà da propulsore all’occupabilità dei nostri laureati».

I laureati di primo livello 2013 hanno raggiunto il titolo in media a 25,4 anni, in linea con la media nazionale del 25,5. Più elevata è la regolarità negli studi: il 50 per cento conquista il titolo in corso contro il 41,5 per cento complessivo. Aumentati anche i laureati che frequentano regolarmente le lezioni: l’81,5 per cento ha frequentato oltre i tre quarti degli insegnamenti previsti, a livello nazionale il 68 per cento. Quelli che hanno svolto tirocini e stage sono il 62 per cento, contro il 61 per cento complessivo. L’esperienza di studio all’estero coinvolge il 12 per cento dei neo dottori a fronte di un 10 per cento nazionale. L’85 per cento, dato praticamente identico a quello nazionale, si dichiara complessivamente soddisfatto del corso di studi. Inoltre, il 63 per cento si iscriverebbe di nuovo all’Università e allo stesso corso, sostanzialmente in linea con la media nazionale del 65 per cento. Il 61 per cento intende proseguire gli studi, meno di quanto avviene nel complesso dei laureati (76 per cento).

I laureati magistrali 2013 che hanno concluso gli studi in corso sono il 58 per cento, contro il 52 per cento nazionale. L’età media alla laurea dei laureati magistrali è di 27,4 anni, in linea con il 27,8 complessivo. Indici elevati di frequenza: l’82 per cento ha frequentato regolarmente più di tre quarti degli insegnamenti. Consistente la quota di chi fa gli stage: 50 laureati magistrali su cento, rispetto al 56 per cento nazionale. Il 17,5 per cento compie studi all’estero, rispetto alla media nazionale del 15 per cento. L’esperienza della laurea magistrale è apprezzata dall’85 per cento degli interpellati, e 69 laureati su cento la ripeterebbero. Elevata la quota di chi intende proseguire la formazione: il 23 per cento, di cui il 10 per cento vuole fare il dottorato di ricerca.

I laureati magistrali a ciclo unico 2013 arrivano al traguardo a 26,3 anni, mentre la media nazionale è 26,8. Nel complesso sono anche più regolari: il 54 per cento si laurea in corso contro il 34 per cento italiano. Assidua la frequenza alle lezioni: 83,5 laureati su cento di Udine dichiarano di aver frequentato regolarmente più dei tre quarti degli insegnamenti previsti. Il 44 per cento fa gli stage, a fronte del 41 per cento nazionale. Il 24 per cento compie esperienze di studio all’estero contro il 18 per cento nazionale. L’esperienza compiuta con la laurea magistrale a ciclo unico è apprezzata dall’ 89 per cento, e 70 laureati su cento la ripeterebbero. Rimane elevato, 79 per cento, il numero di chi intende proseguire la formazione.

 

L'articolo PROFILO LAUREATI 2013: Più giovani e regolari negli studi, con maggiore esperienza di tirocini sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/06/03/profilo-laureati-2013-piu-giovani-e-regolari-negli-studi-con-maggiore-esperienza-di-tirocini/feed/ 0 780
UNIUD – Job cafè con Vodafone: incontro aperto a studenti e neolaureati http://www.liveuniversity.it/2014/05/26/uniud-job-cafe-con-vodafone-incontro-aperto-a-studenti-e-neolaureati/ http://www.liveuniversity.it/2014/05/26/uniud-job-cafe-con-vodafone-incontro-aperto-a-studenti-e-neolaureati/#respond Mon, 26 May 2014 10:08:06 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=711 Opportunità dal mondo del lavoro per studenti e laureati all’Università di Udine mercoledì 28 maggio, alle 15.30, nella sala Tomadini del polo di via Tomadini 30 a Udine. Nell’ambito dei “Job cafè” dell’Ateneo si terrà infatti un “Incontro con Vodafone” in cui i referenti dell’azienda illustreranno le proposte professionali e di carriera di due nuovi […]

L'articolo UNIUD – Job cafè con Vodafone: incontro aperto a studenti e neolaureati sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Opportunità dal mondo del lavoro per studenti e laureati all’Università di Udine mercoledì 28 maggio, alle 15.30, nella sala Tomadini del polo di via Tomadini 30 a Udine.

Nell’ambito dei “Job cafè” dell’Ateneo si terrà infatti un “Incontro con Vodafone” in cui i referenti dell’azienda illustreranno le proposte professionali e di carriera di due nuovi programmi del gruppo – “Internership program”, rivolto agli studenti; e Discover program, per i neolaureati – con posizioni aperte in tutte le aree. L’appuntamento, aperto a tutti gli interessati, è organizzato dal Servizio tirocini e job placement dell’Area servizi agli studenti dell’Università

L'articolo UNIUD – Job cafè con Vodafone: incontro aperto a studenti e neolaureati sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/05/26/uniud-job-cafe-con-vodafone-incontro-aperto-a-studenti-e-neolaureati/feed/ 0 711
U-Multirank – Il sito UE per scegliere la migliore Università http://www.liveuniversity.it/2014/05/20/u-multirank-il-sito-ue-per-scegliere-la-migliore-universita/ http://www.liveuniversity.it/2014/05/20/u-multirank-il-sito-ue-per-scegliere-la-migliore-universita/#respond Tue, 20 May 2014 06:54:57 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=603 Un nuovo sistema Ue di classificazione delle universita’ che non si limita a stilare una classifica delle ‘top’ ma esamina ogni ateneo a seconda di determinati indicatori. Si tratta di U-Multirank, uno strumento, consultabile tramite il sito web, lanciato oggi a Bruxelles e finanziato dall’Unione Europea con 2 milioni fino al 2015. Sono 869, molti […]

L'articolo U-Multirank – Il sito UE per scegliere la migliore Università sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Un nuovo sistema Ue di classificazione delle universita’ che non si limita a stilare una classifica delle ‘top’ ma esamina ogni ateneo a seconda di determinati indicatori. Si tratta di U-Multirank, uno strumento, consultabile tramite il sito web, lanciato oggi a Bruxelles e finanziato dall’Unione Europea con 2 milioni fino al 2015. Sono 869, molti dei quali mai considerate finora, gli atenei classificati, in oltre 70 paesi, fra quali 31 italiane.
La piattaforma online classifica le prestazioni delle universita’ con voti da A, molto buono, a E, debole, secondo 30 indicatori raggruppati in cinque aree: insegnamento e apprendimento, coinvolgimento degli organi locali, trasferimento delle conoscenze, internazionalizzazione e ricerca.? Tra le italiane inserite nelle classifiche ranking, l’Universita’ di Trieste, dal punto di vista del coinvolgimento di partner imprenditoriali e amministrativi, si aggiudica tre A per i progetti di ricerca, la visibilita’ delle pubblicazioni e la percentuale di studenti laureati che lavorano nella regione. Debole invece nel numero di tirocini forniti a livello locale. La Bocconi di Milano, nel settore della ricerca, ha un ottimo rilievo internazionale (A), al pari di universita’ come Harvard negli USA e Cambridge in Inghilterra, ma e’ scarsa nel coinvolgimento di partner industriali (D).
Per le facolta’ economiche, la Scuola di Economia, Management e Statistica dell’Universita’ di Bologna e’ considerata carente nella qualita’ dell’esperienza di apprendimento, nei corsi e nella disponibilita’ dei docenti.
Caratteristiche che accomunano tutte le altre facolta’ italiane nella lista, da quella dell’Universita’ di Trento, il Politecnico di downloadMilano e la Libera Universita’ di Bolzano.
L’ateneo trentino ha pero’ un buon numero di laureati nei tempi stabiliti, le altre, come Milano, la Ca’Foscari di Venezia, l’Universita’ di Bari e quella di Pisa, hanno giudizi intermedi. Ogni utente puo’ scegliere gli indicatori, produrre la sua classifica personalizzata e confrontare diversi atenei.
Oltre 300 universita’ presenti nel sistema non sono mai state classificate prima e questo significa “avere uno sguardo piu’ completo sul livello dei nostri atenei e quindi poter agire a livello pratico per colmare le lacune”, ha detto il Commissario europeo per l’Istruzione Androulla Vassiliou. “La forza del progetto sta nei dati, ottenuti anche tramite questionari a oltre 60.000 studenti che hanno potuto per la prima volta dare un voto alla propria esperienza di apprendimento”. Il sistema esamina per il momento facolta’ di economia, ingegneria e fisica, entro il 2015 verranno aggiunte anche psicologia, informatica e medicina. (AGI)

L'articolo U-Multirank – Il sito UE per scegliere la migliore Università sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/05/20/u-multirank-il-sito-ue-per-scegliere-la-migliore-universita/feed/ 0 603
Lorenzin, perplessita’ su stop numero chiuso Medicina http://www.liveuniversity.it/2014/05/01/lorenzin-perplessita-su-stop-numero-chiuso-medicina/ http://www.liveuniversity.it/2014/05/01/lorenzin-perplessita-su-stop-numero-chiuso-medicina/#respond Thu, 01 May 2014 09:50:18 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=776 “Ho sentito la proposta del ministro Giannini” sull’abolizione del numero chiuso alle Facolta’ di Medicina “e devo dire che qualche perplessita’ ce l’ho, nel senso che voglio capire bene lei come la vuole strutturare”. Lo dice all’Adnkronos Salute il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. “Abbiamo vari problemi – aggiunge il ministro – il primo e’ […]

L'articolo Lorenzin, perplessita’ su stop numero chiuso Medicina sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

LAZIO:LORENZIN,INTERPELLATA PER CANDIDATURA, A DISPOSIZIONE“Ho sentito la proposta del ministro Giannini” sull’abolizione del numero chiuso alle Facolta’ di Medicina “e devo dire che qualche perplessita’ ce l’ho, nel senso che voglio capire bene lei come la vuole strutturare”. Lo dice all’Adnkronos Salute il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

“Abbiamo vari problemi – aggiunge il ministro – il primo e’ che le nostre Facolta’ di Medicina sono fortemente interdisciplinari e quindi sono state costruite per avere un rapporto diretto tra lo studente e il medico, cioe’ il professore, sul campo. E’ evidente che se noi passassimo all’improvviso” all’abolizione del numero chiuso, “con un aumento di 70-80.000 studenti anche solo per il primo anno, questa interdisciplinarita’ tipica del nostro sistema verrebbe meno. E’ un problema grande perche’ adattare a questo le universita’ in tempi immediati significherebbe fare un grosso investimento economico, che mi pare non ci sia, visto che non si riescono a coprire gli specializzandi”.

“Il secondo problema – secondo Lorenzin – e’ che dovremmo ipotizzare un diverso modo di programmare: in questi anni abbiamo pensato a un certo numero di borse di specializzazione per tot studenti. Sia per le specialita’ che per la medicina generale. E poi un ingresso nel mondo professionale, che e’ stato tra l’altro fermato dal blocco del turn over. Quindi questa cosa andrebbe vista nel suo insieme: se si pensa a un modello come quello americano o francese, in cui c’e’ la soglia al primo anno di universita’, ma gia’ al liceo c’e’ una preparazione e una specie di lavoro di selezione, poi pero’ l’universita’ costa molto di piu’. Ho visto preoccupazione da parte dei giovani medici, dei professori. Durante la campagna elettorale non ne ho voluto parlare, ma prima di partire con una riforma del genere voglio capire bene come si immagina di poterla impostare”, conclude il ministro.

L'articolo Lorenzin, perplessita’ su stop numero chiuso Medicina sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/05/01/lorenzin-perplessita-su-stop-numero-chiuso-medicina/feed/ 0 776
Giannini, potremmo abolire il test di medicina e seguire il modello francese http://www.liveuniversity.it/2014/04/30/giannini-potremmo-abolire-il-test-di-medicina-e-seguire-il-modello-francese/ http://www.liveuniversity.it/2014/04/30/giannini-potremmo-abolire-il-test-di-medicina-e-seguire-il-modello-francese/#respond Wed, 30 Apr 2014 06:47:39 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=430 “Potremmo abolire il test di medicina” e preferire “il modello francese, un primo anno aperto a tutti con sbarramento finale: se passi gli esami ti iscrivi al secondo anno, altrimenti sei fuori”. La proposta e’ del ministro dell’Istruzione Stefania Giannini che, in un colloquio con il Corriere della Sera riconosce che “il bilanciamento tra fabbisogno […]

L'articolo Giannini, potremmo abolire il test di medicina e seguire il modello francese sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Scelta Civica presenta proposta per Legge Elettorale

“Potremmo abolire il test di medicina” e preferire “il modello francese, un primo anno aperto a tutti con sbarramento finale: se passi gli esami ti iscrivi al secondo anno, altrimenti sei fuori”. La proposta e’ del ministro dell’Istruzione Stefania Giannini che, in un colloquio con il Corriere della Sera riconosce che “il bilanciamento tra fabbisogno di camici bianchi e numero di laureati e’ sacrosanto. Ma non e’ detto che il sistema dei test a risposta multipla sia il migliore”. “Non e’ che cosi’ passare diventa piu’ facile – ha sottolineato il Ministro – . Semplicemente si spalma la valutazione della prova di un singolo giorno, ai risultati di un anno intero di studio”. Giannini affronta anche il tema dei tagli da 15 milioni: “non si tratta di soldi tolti all’universita’ ma di risparmi chiesti al ministero dell’Istruzione che troveremo il modo di non far pesare sugli atenei. Pero’ aggiungo che mi confrontero’ presto con il ministro Padoan per chiedergli una necessaria inversione di rotta. Il governo dev’essere coerente con le proprie dichiarazioni. Se cosi’ non fosse sarebbe un problema. Siamo una maggioranza che ha il suo perche’ in quanto intende cambiare strutturalmente il Paese non solo sul lavoro ma anche sulla scuola”. Due i cantieri programmatici che rimarranno aperti fino a luglio: uno sulla valorizzazione della funzione docente e l’altro sul rilancio dell’istruzione tecnica e professionale. “La rottura di una visione monolitica del copro insegnante – ha spiegato – dove non importa quello che fai, l’impegno che ci metti, perche’ non sono previsti avanzamenti di carriera ne’ scatti di stipendio se non quelli legati all’anzianita’ di servizio. Se vogliamo una scuola di qualita’ bisogna poter premiare il merito dei singoli prof. Ci sono i test Invalsi – aggiunge- che misurano i risultati delle scuole ma penso anche al modello anglosassone basato sulle visite degli ispettori e al coinvolgimento dei dirigenti scolastici”; il ministro afferma di aver pronto il decreto per l’aggiornamento triennale delle graduatorie di istituto dove i neo abilitati con tirocini formativi avranno “un pacchetto di punti in piu'”. Giannini annuncia inoltre un nuovo concorso da 17mila posti per il 2015, salvo l’assorbimento degli oltre 11mila vincitori di quello del 2012. Il secondo cantiere “punta al rilancio dell’istruzione tecnica e della formazione professionale . Abbiamo intenzione di aprirlo a figure esterne al ministero, in particolare ai rappresentanti del mondo imprenditoriale”. . (AGI)

L'articolo Giannini, potremmo abolire il test di medicina e seguire il modello francese sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/04/30/giannini-potremmo-abolire-il-test-di-medicina-e-seguire-il-modello-francese/feed/ 0 430
Test Architettura 2014 – Pubblicati i risultati. A risultare idonei 90,7% dei candidati. Miglior punteggio al Politecnico di Milano http://www.liveuniversity.it/2014/04/26/test-architettura-2014-pubblicati-i-risultati-a-risultare-idonei-907-dei-candidati-miglior-punteggio-al-politecnico-di-milano/ http://www.liveuniversity.it/2014/04/26/test-architettura-2014-pubblicati-i-risultati-a-risultare-idonei-907-dei-candidati-miglior-punteggio-al-politecnico-di-milano/#comments Sat, 26 Apr 2014 07:11:17 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=285 Sono stati pubblicati  i risultati del test di Architettura dello scorso 10 aprile. Si tratta della graduatoria con i punteggi in ordine decrescente. La pubblicazione della graduatoria nazionale nominale è prevista il 12 maggio. Mentre il 20 maggio saranno definite le assegnazioni dei posti nelle Università e aperte le immatricolazioni. I partecipanti alla prova hanno […]

L'articolo Test Architettura 2014 – Pubblicati i risultati. A risultare idonei 90,7% dei candidati. Miglior punteggio al Politecnico di Milano sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

architetto_3Sono stati pubblicati  i risultati del test di Architettura dello scorso 10 aprile. Si tratta della graduatoria con i punteggi in ordine decrescente. La pubblicazione della graduatoria nazionale nominale è prevista il 12 maggio. Mentre il 20 maggio saranno definite le assegnazioni dei posti nelle Università e aperte le immatricolazioni.

I partecipanti alla prova hanno dovuto rispondere a 60 quesiti, 90 era il punteggio massimo possibile, 20 quello minimo per superare il test e concorrere all’assegnazione dei 7.621 posti banditi negli atenei statali.

Il candidato migliore ha totalizzato 81,7 punti e sostenuto la prova al Politecnico di Milano. Il più bravo del 2014 stacca di oltre 10 punti il primo classificato del 2013 che aveva totalizzato 70,70 punti. La prova del 10 aprile scorso ha riguardato 11.666 candidati (erano 14.877 nel 2013). Il voto medio (su 11.664 prove corrette, le altre sono state annullate) è stato di 34,93 punti (erano 26,43 nel 2013). Il 90,7% dei partecipanti ha superato il test ed è risultato idoneo. Ha totalizzato cioè almeno 20 punti necessari per concorrere alla graduatoria nazionale e alla distribuzione dei posti.

Fra gli idonei il punteggio medio è di 36,94. Nel 2013 ha raggiunto o superato i 20 punti minimi il 71,9% dei candidati con un punteggio medio di 31,13. C’è stato un forte incremento, dunque, della quota di ‘promossi’ al test di aprile 2014.

Il pacchetto più consistente di ‘super bravi’ ha sostenuto la prova in un ateneo del Nord. Fra i primi 100 della graduatoria pubblicata oggi 39 hanno fatto il test al Politecnico di Milano che fa il pieno di ‘genietti’, 10 al Politecnico di Torino e altri 10 allo Iuav di Venezia.

architettura

L'articolo Test Architettura 2014 – Pubblicati i risultati. A risultare idonei 90,7% dei candidati. Miglior punteggio al Politecnico di Milano sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/04/26/test-architettura-2014-pubblicati-i-risultati-a-risultare-idonei-907-dei-candidati-miglior-punteggio-al-politecnico-di-milano/feed/ 1 285
Test Medicina 2014-15: statistiche nazionali e percentuali idonei http://www.liveuniversity.it/2014/04/22/test-medicina-2014-15-statistiche-nazionali-e-percentuali-idonei/ http://www.liveuniversity.it/2014/04/22/test-medicina-2014-15-statistiche-nazionali-e-percentuali-idonei/#comments Tue, 22 Apr 2014 19:49:39 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=271 Sul sito www.accessoprogrammato.miur.it sono disponibili da questa mattina i risultati del test di Medicina e Chirurgia e Odontoiatria dello scorso 8 aprile. Si tratta della graduatoria con i punteggi in ordine decrescente. Per la pubblicazione della graduatoria nazionale nominale bisognerà attendere il 12 maggio. Mentre il 20 maggio saranno definite le assegnazioni dei posti nelle Università e […]

L'articolo Test Medicina 2014-15: statistiche nazionali e percentuali idonei sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

CatturaSul sito www.accessoprogrammato.miur.it sono disponibili da questa mattina i risultati del test di Medicina e Chirurgia e Odontoiatria dello scorso 8 aprile. Si tratta della graduatoria con i punteggi in ordine decrescente. Per la pubblicazione della graduatoria nazionale nominale bisognerà attendere il 12 maggio. Mentre il 20 maggio saranno definite le assegnazioni dei posti nelle Università e saranno aperte le immatricolazioni.

I partecipanti alla prova hanno dovuto rispondere a 60 quesiti, 90 era il punteggio massimo che si poteva ottenere, 20 quello minimo per superare il test e concorrere all’assegnazione dei 10.551 posti disponibili negli atenei statali fra Medicina e Odontoiatria.

Il candidato migliore ha totalizzato 80,5 punti e ha sostenuto la prova presso l’Università di Torino. In linea con il ‘genietto’ dello scorso anno: il primo classificato del 2013 ha totalizzato 80,9 punti. La prova dell’8 aprile ha coinvolto 63.043 partecipanti (erano 69.073 nel 2013). Il voto medio (su 63.002 prove valide: 41 sono state annullate) è stato di 23,07 punti, contro i 27,54 del test precedente; 36.865 candidati (il 58,5% del totale) sono risultati idonei: hanno totalizzato almeno i 20 punti necessari per concorrere alla graduatoria nazionale e alla distribuzione dei posti. Fra gli idonei il punteggio medio è di 30,27. Nel 2013 ha raggiunto e superato i 20 punti minimi il 69,9% dei candidati con un punteggio medio di 33,85. La prova è risultata più selettiva rispetto alla tornata del 2013.

Le cinque percentuali più alte di studenti idonei si registrano presso le Università di Padova (71,9% con punteggio medio di 32,08), Milano Statale (71,8%; 32,01), Udine (71,7%; 31,86), Milano Bicocca (70,6%; 32,24), Modena e Reggio Emilia (70,5%; 30,47). I risultati più deboli si sono registrati a Catanzaro (36,8% di idonei con punteggio medio di 27,22), Sassari (39,3%; 27,60), Molise (40,8%; 27,41), Messina (46%; 28,42) e Foggia (46,5%; 28,79). Un quadro, quello della distribuzione geografica dei punteggi e degli idonei, che è in linea con lo scorso anno. I primi 100 ‘classificati’ sono distribuiti in 23 atenei. In allegato la tabella con tutti i risultati.

L'articolo Test Medicina 2014-15: statistiche nazionali e percentuali idonei sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/04/22/test-medicina-2014-15-statistiche-nazionali-e-percentuali-idonei/feed/ 2 271
UNIUD – Al via le iscrizioni per i test di economia http://www.liveuniversity.it/2014/04/19/uniud-al-via-le-iscrizioni-per-i-test-di-economia/ http://www.liveuniversity.it/2014/04/19/uniud-al-via-le-iscrizioni-per-i-test-di-economia/#respond Sat, 19 Apr 2014 11:04:45 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=249 L’Università di Udine ha aperto, fino alle 12 del 29 aprile, le iscrizioni al test di valutazione delle competenze delle aspiranti matricole dei corsi di laurea triennali in Economia aziendale (compresa la sede di Pordenone) ed Economia e Commercio per l’anno accademico 2014-2015. Da quest’anno le prove si terranno presso le sedi di Udine (polo […]

L'articolo UNIUD – Al via le iscrizioni per i test di economia sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

downloadL’Università di Udine ha aperto, fino alle 12 del 29 aprile, le iscrizioni al test di valutazione delle competenze delle aspiranti matricole dei corsi di laurea triennali in Economia aziendale (compresa la sede di Pordenone) ed Economia e Commercio per l’anno accademico 2014-2015. Da quest’anno le prove si terranno presso le sedi di Udine (polo di via Tomadini 30) e Pordenone (Centro polifunzionale di via Prasecco 3/a) il 9 maggio e il 25 agosto. I posti disponibili per il test di maggio sono: per Economia aziendale 120 a Udine e 60 a Pordenone, e 120 per Economia e Commercio a Udine.

Contemporaneamente al test, i partecipanti potranno anche scegliere dove iscriversi tra gli atenei di Udine, Padova, Trento, Venezia e Verona che fanno parte del consorzio che gestisce i test, uguali per le cinque università. Lo studente infatti può chiedere di essere ammesso nelle graduatorie di più sedi eseguendo comunque il test in una sola sede. Per maggiori informazioni consultare il bando di ammissione alla pagina web http://www.uniud.it/didattica/facolta/economia.

La prova, organizzata dal dipartimento di Scienze economiche e statistiche, oltre a verificare abilità logiche e matematiche di base, richiederà anche competenze in ambito economico, storico e grammaticale. Nel test di agosto verranno invece messi a disposizione per Economia aziendale 110 a Udine e 120 a Pordenone, e 110 per Economia e Commercio a Udine. A questi andranno aggiunti gli eventuali posti non confermati dai vincitori della selezione di maggio.

 «L’obiettivo – spiega Andrea Moretti, direttore del dipartimento di Scienze economiche e statistiche – è poter offrire un servizio migliore in ottica reticolare per il territorio in cui operiamo all’interno del dialogo costruttivo attivato con le università del nord-est».

«Le lauree in ambito economico – sottolinea Marcellino Gaudenzi, coordinatore dei corsi di laurea triennali di Udine e Pordenone – offrono buone possibilità di occupazione e i dati dei laureati a Udine, in linea con quelli degli altri atenei triveneti, testimoniamo l’ottima qualità della formazione ottenuta».

L'articolo UNIUD – Al via le iscrizioni per i test di economia sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/04/19/uniud-al-via-le-iscrizioni-per-i-test-di-economia/feed/ 0 249
CRUI: ecco la nuova giunta. Alberto Tesi riconfermato segretario generale http://www.liveuniversity.it/2014/04/18/crui-ecco-la-nuova-giunta-alberto-tesi-riconfermato-segretario-generale/ http://www.liveuniversity.it/2014/04/18/crui-ecco-la-nuova-giunta-alberto-tesi-riconfermato-segretario-generale/#respond Fri, 18 Apr 2014 09:50:41 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=253 L’assemblea della Crui ha eletto i nuovi membri della Giunta. Fanno ingresso nell’organo che coadiuva il lavoro del presidente i Rettori: Daria de Pretis (Universita’ di Trento), Giuseppe Novelli (Universita’ di Tor Vergata), Lucio d’Alessandro (Universita’ di Napoli Suor Orsola Benincasa). Quest’ultimo e Roberto Lagalla (Universita’ di Palermo) sono in nuovi Vice Presidenti. Alberto Tesi […]

L'articolo CRUI: ecco la nuova giunta. Alberto Tesi riconfermato segretario generale sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

L’assemblea della Crui ha eletto i nuovi membri della Giunta. Fanno ingresso nell’organo che coadiuva il lavoro del presidente i Rettori: Daria de Pretis (Universita’ di Trento), Giuseppe Novelli (Universita’ di Tor Vergata), Lucio d’Alessandro (Universita’ di Napoli Suor Orsola Benincasa).

Quest’ultimo e Roberto Lagalla (Universita’ di Palermo) sono in nuovi Vice Presidenti. Alberto Tesi (Universita’ di Firenze) e’ stato rieletto e confermato Segretario Generale. I nuovi eletti subentrano ai Rettori: Giacomo Deferrari (Universita’ di Genova), Giovanni Puglisi (IULM ed ex Vice Presidente), Francesco Rossi (Seconda Universita’ di Napoli ed ex Vice Presidente). La nuova giunta al completo: Stefano Paleari (Universita’ di Bergamo) Presidente; Roberto Lagalla (Universita’ di Palermo) Vice Presidente; Lucio d’Alessandro (Universita’ di Napoli Suor Orsola Benincasa) Vice Presidente; Alberto Tesi (Universita’ di Firenze) Segretario Generale; Daria de Pretis (Universita’ di Trento); Giuseppe Novelli (Universita’ di Tor Vergata); Pasquale Catanoso (Universita’ Mediterranea di Reggio Calabria); Luigi Frati (Universita’ di Roma La Sapienza); Sergio Pecorelli (Universita’ di Brescia); Giuseppe Zaccaria (Universita’ di Padova) e Vincenzo Zara (Universita’ del Salento).

L'articolo CRUI: ecco la nuova giunta. Alberto Tesi riconfermato segretario generale sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/04/18/crui-ecco-la-nuova-giunta-alberto-tesi-riconfermato-segretario-generale/feed/ 0 253
Giannini incontrerà il Ministro Padoan: si cercano risorse per l’Università http://www.liveuniversity.it/2014/04/17/giannini-incontrera-il-ministro-padoan-si-cercano-risorse-per-luniversita/ http://www.liveuniversity.it/2014/04/17/giannini-incontrera-il-ministro-padoan-si-cercano-risorse-per-luniversita/#respond Thu, 17 Apr 2014 07:49:25 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=243 “Ho chiesto al ministro dell’Economia Padoan un incontro, che sara’ a giorni, per verificare quali limiti avremo nei prossimi tre anni per poter destinare le nostre risorse”. Lo ha affermato il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico del Politecnico di Torino. “Anche solo riuscire a impostare i nostri interventi per […]

L'articolo Giannini incontrerà il Ministro Padoan: si cercano risorse per l’Università sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

“Ho chiesto al ministro dell’Economia Padoan un incontro, che sara’ a giorni, per verificare quali limiti avremo nei prossimi tre anni per poter destinare le nostre risorse”. Lo ha affermato il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico del Politecnico di Torino. “Anche solo riuscire a impostare i nostri interventi per l’istruzione superiore e soprattutto per l’Universita’ e la ricerca con un’ottica di piu’ lungo periodo – ha concluso – sarebbe un risultato straordinario”.

L'articolo Giannini incontrerà il Ministro Padoan: si cercano risorse per l’Università sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/04/17/giannini-incontrera-il-ministro-padoan-si-cercano-risorse-per-luniversita/feed/ 0 243
Italia maglia nera Ue per numero laureati http://www.liveuniversity.it/2014/04/15/italia-maglia-nera-ue-per-numero-laureati/ http://www.liveuniversity.it/2014/04/15/italia-maglia-nera-ue-per-numero-laureati/#respond Tue, 15 Apr 2014 06:53:38 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=216 Italia maglia nera d’Europa per numero di laureati. E’ quanto emerge dai dati Eurostat 2013, secondo cui la percentuale di italiani tra i 30 e i 34 anni che hanno completato gli studi universitari (22,4%) è la più bassa di tutti i 28 paesi Ue. Male anche per gli abbandoni a livello di scuola secondaria, […]

L'articolo Italia maglia nera Ue per numero laureati sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

UNIVERSITA': TEST; MAGAGNE A BARI INTERVIENE DIGOS

Italia maglia nera d’Europa per numero di laureati. E’ quanto emerge dai dati Eurostat 2013, secondo cui la percentuale di italiani tra i 30 e i 34 anni che hanno completato gli studi universitari (22,4%) è la più bassa di tutti i 28 paesi Ue. Male anche per gli abbandoni a livello di scuola secondaria, dove l’Italia è quintultima.

A fronte di una media Ue del 37% di giovani adulti che hanno portato a termine il percorso universitario, l’Italia con il 22,4% è letteralmente l’ultima della classe, sorpassata anche da Romania (22,8%), Croazia (25,9%) e Malta (26%). I paesi con il più alto numero di laureati sono invece Irlanda (52,6%), Lussemburgo (52,5%) e Lituania (51,3%). Nel 2002, l’Italia era al 13,1% e, pur essendo quindi migliorata, è avanzata molto meno degli altri paesi, passando dalla quintultima posizione europea all’ultima 11 anni dopo. E 23esima su 28 è anche la posizione italiana per numero di ragazzi tra i 18 e 24 anni che hanno abbandonato studi e formazione dopo la scuola media, ben il 17%.

A fronte di una media Ue dell’11,9%, peggio di noi solo Spagna (23,5%, record negativo), Malta (20,9%), Portogallo (19,2%) e Romania (17,3%). I paesi virtuosi con il minor numero di ragazzi che hanno precocemente smesso di studiare sono Croazia (3,7%), Slovenia (3,9%) e Repubblica ceca (5,4%). (fonte dati Ansa)

L'articolo Italia maglia nera Ue per numero laureati sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/04/15/italia-maglia-nera-ue-per-numero-laureati/feed/ 0 216
Udine e Trieste, nuovo progetto per lauree scientifiche http://www.liveuniversity.it/2014/04/14/udine-e-trieste-nuovo-progetto-per-lauree-scientifiche/ http://www.liveuniversity.it/2014/04/14/udine-e-trieste-nuovo-progetto-per-lauree-scientifiche/#respond Mon, 14 Apr 2014 09:46:26 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=202 Al via il progetto comune delle università regionali – atenei di Udine e di Trieste e Scuola internazionale superiore di studi avanzati (Sissa) – per orientare gli studenti del Friuli Venezia Giulia verso le lauree scientifiche sfruttando le potenzialità del web. Grazie al progetto speciale “Flash Forward 2”, finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, sono […]

L'articolo Udine e Trieste, nuovo progetto per lauree scientifiche sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Al via il progetto comune delle università regionali – atenei di Udine e di Trieste e Scuola internazionale superiore di studi avanzati (Sissa) – per orientare gli studenti del Friuli Venezia Giulia verso le lauree scientifiche sfruttando le potenzialità del web. Grazie al progetto speciale “Flash Forward 2”, finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, sono coinvolti nell’iniziativa gli studenti degli ultimi anni di sette istituti scolastici di Trieste e Udine e i ricercatori di sei centri di ricerca regionali. Le scuole che partecipano al progetto sono: a Udine l’istituto “Malignani” e i licei scientifici “Marinelli” e “Copernico”, a Trieste l’istituto comprensivo “Ai Campi Elisi” e i tre licei scientifici “Galilei”, “Oberdan” e “Prešeren”.

L’iniziativa parte dall’idea che gli studenti prossimi all’esame di maturità possano essere attratti verso le lauree scientifiche anche attraverso il racconto di un ricercatore che, in collegamento audio-video dai laboratori in cui opera (in università e centri di ricerca), descrive i suoi obiettivi e le attività svolte. Studenti e ricercatori hanno così la possibilità di interloquire e confrontarsi direttamente senza spostarsi fisicamente dai luoghi di studio e di lavoro. I ricercatori inoltre proporranno dei temi scientifici su cui i ragazzi interessati potranno cimentarsi. Il progetto si chiuderà a giugno con un evento in cui, fra l’altro, istituzioni e aziende premieranno i giovani che più si sono distinti negli elaborati sviluppati sui temi proposti dai ricercatori.

Dopo la prima edizione sperimentale che aveva riguardato solo Trieste, quest’anno il progetto ha coinvolto anche il capoluogo friulano grazie, in particolare, alla disponibilità della Provincia di Udine e alla collaborazione dell’Area servizi informatici dell’Ateneo per il collegamento con il liceo “Marinelli”. I coordinatori di “Flash Forward 2” sono Laura Rizzi (Università di Udine), Donata Vianelli e Alberto Banterle (Università di Trieste) e Gherardo Piacitelli (Sissa).

A Udine gli enti di ricerca impegnati sono Friuli Innovazione, con il Parco scientifico e tecnologico “Luigi Danieli”, e l’Università (dipartimenti di Chimica, Fisica e Ambiente; Ingegneria Civile e Architettura; Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica; Matematica e Informatica; Scienze Agrarie e Ambientali; Scienze degli alimenti; Scienze Mediche e Biologiche; Scienze Mediche e Sperimentali).

 A Trieste l’iniziativa coinvolge il Centro internazionale di fisica teorica (Ictp), l’Area science park, il Sincrotrone, l’Istituto nazionale di oceanografia e geofisica sperimentale (Ogs), l’Osservatorio astronomico dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf), la Scuola internazionale superiore di studi avanzati (Sissa) e l’Università (dipartimenti di Fisica, Ingegneria e Architettura, Matematica e Geoscienza, Scienze della vita, Scienze mediche, chirurgiche e della salute).

L'articolo Udine e Trieste, nuovo progetto per lauree scientifiche sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/04/14/udine-e-trieste-nuovo-progetto-per-lauree-scientifiche/feed/ 0 202
UNIUD – Sicurezza dei passeggeri: USA finanzia progettodell’Università di Udine http://www.liveuniversity.it/2014/04/10/uniud-sicurezza-dei-passeggeri-usa-finanzia-progettodelluniversita-di-udine/ http://www.liveuniversity.it/2014/04/10/uniud-sicurezza-dei-passeggeri-usa-finanzia-progettodelluniversita-di-udine/#respond Thu, 10 Apr 2014 09:51:35 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=67 Università di Udine – Rivoluzionare le istruzioni di sicurezza fornite ai passeggeri dei voli di linea utilizzando i nuovi media digitali, dalle app per smartphone e tablet alle simulazioni virtuali, dai siti web ai social network e altri strumenti digitali. È l’obiettivo del progetto triennale “Electronic emergency evacuation aid for aircraft passengers” dell’Università di Udine […]

L'articolo UNIUD – Sicurezza dei passeggeri: USA finanzia progettodell’Università di Udine sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

2 schermata dell'app pubblicamente disponibile 3 schermata dell'app pubblicamente disponibileUniversità di Udine – Rivoluzionare le istruzioni di sicurezza fornite ai passeggeri dei voli di linea utilizzando i nuovi media digitali, dalle app per smartphone e tablet alle simulazioni virtuali, dai siti web ai social network e altri strumenti digitali. È l’obiettivo del progetto triennale “Electronic emergency evacuation aid for aircraft passengers” dell’Università di Udine che ha vinto un bando pubblico per progetti di ricerca negli Stati Uniti emesso dalla Federal Aviation Administration (FAA) del Dipartimento dei trasporti americano. Il progetto è stato ideato e proposto dal professor Luca Chittaro, direttore del Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina del dipartimento di Matematica e Informatica.

Grazie alla proposta progettuale dell’Ateneo friulano, le istruzioni di sicurezza del XXI secolo potranno diventare interattive e prendere la forma anche di simulazioni o giochi, favorendo una maggior attenzione e, allo stesso tempo, illustrando in modo più chiaro, dettagliato e personalizzato cosa bisogna fare per sopravvivere in caso di incidente aereo. Le analisi della FAA, infatti, smentiscono la credenza che in un incidente i passeggeri possano fare ben poco: al contrario, se essi hanno ben compreso e seguono le istruzioni, possono salvarsi nella maggioranza degli incidenti aerei attuali.

I rapporti tecnici della FAA evidenziano che le tecniche attualmente utilizzate dalle compagnie aeree per educare i passeggeri alla sicurezza – presentazioni degli assistenti di volo prima del decollo e foglio di istruzioni nella tasca del sedile di fronte – non hanno un livello di efficacia adeguato. La grande maggioranza dei passeggeri non presta alcuna attenzione a tali fonti di informazioni e test condotti sulla minoranza di passeggeri diligente hanno rilevato un insufficiente livello di comprensione e ricordo.

Per illustrare una delle forme che le istruzioni interattive ai passeggeri potranno assumere, il Laboratorio ha reso pubblica una prima app scaricabile gratuitamente (http://hcilab.uniud.it/brace) e disponibile per tutti i principali dispositivi mobili e personal computer. Scopo dell’app è familiarizzare l’utente con un’azione fondamentale per ogni passeggero, cioè quella di assumere un’appropriata posizione (“brace”) di preparazione all’impatto in caso di atterraggio d’emergenza. Realizzata in grafica 3D interattiva, l’app permette di posizionare il proprio corpo virtuale all’interno dell’abitacolo dell’aereo e ottenere una simulazione personalizzata di cosa accadrebbe se si assumesse quella posizione in un atterraggio d’emergenza. In base all’esito della simulazione, l’app fornisce poi dei consigli personalizzati sugli errori compiuti.

«La competizione fra università per ottenere finanziamenti alla ricerca sulla scena internazionale è serrata e difficile – spiega Chittaro – e vincere un bando pubblico per progetti di ricerca negli Usa, ed è la prima volta per l’Università di Udine, è evento rarissimo per atenei non americani». Oltre a Chittaro, al progetto lavora un team composto da Stefano Burigat, Fabio Buttussi, Roberto Ranon e Nicola Zangrando. Il gruppo sta ora lavorando sui prototipi previsti dal progetto che andranno a esplorare tutte le diverse azioni da cui dipende la sopravvivenza del passeggero. Verrà anche realizzato un sistema di simulazione completo di incidente aereo dalla prospettiva del passeggero.

La FAA è la maggior autorità governativa mondiale nel regolare e sovraintendere ogni aspetto dell’aviazione civile, dal controllo dello spazio aereo alla certificazione di nuovi aeromobili, dalla verifica delle procedure seguite dalle compagnie aeree alla sicurezza dei passeggeri. Ed è su quest’ultima che si è focalizzata la proposta innovativa dell’Ateneo friulano che punta a migliorare le istruzioni ai passeggeri.

L'articolo UNIUD – Sicurezza dei passeggeri: USA finanzia progettodell’Università di Udine sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/04/10/uniud-sicurezza-dei-passeggeri-usa-finanzia-progettodelluniversita-di-udine/feed/ 0 67
Classifica QS World University Rankings: 21 italiane nelle prime 700 posizioni http://www.liveuniversity.it/2014/04/10/classifica-qs-world-university-rankings-21-italiane-nelle-prime-700-posizioni/ http://www.liveuniversity.it/2014/04/10/classifica-qs-world-university-rankings-21-italiane-nelle-prime-700-posizioni/#comments Thu, 10 Apr 2014 09:18:01 +0000 http://www.liveuniversity.it/?p=54 Nella classifica del 2010-2011 delle università migliori del mondo stilata dall’agenzia Quacquarelli Symonds Limited, le università statali italiane contano ventuno presenze nelle prime 700 posizioni: 176. Università di Bologna 190. Sapienza Università di Roma 261. Università di Padova 295. Politecnico di Milano 300. Università di Pisa 328. Università di Firenze 363. Università degli Studi di […]

L'articolo Classifica QS World University Rankings: 21 italiane nelle prime 700 posizioni sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>

Nella classifica del 2010-2011 delle università migliori del mondo stilata dall’agenzia Quacquarelli Symonds Limited, le università statali italiane contano ventuno presenze nelle prime 700 posizioni:

176. Università di Bologna
190. Sapienza Università di Roma
261. Università di Padova
295. Politecnico di Milano
300. Università di Pisa
328. Università di Firenze
363. Università degli Studi di Pavia
401. Università degli Studi di Roma Tor Vergata
401. Università degli Studi di Napoli Federico II
401. Università degli Studi di Trento
401. Università degli Studi di Trieste
451. Università degli Studi di Milano
451. Università degli Studi di Siena
451. Università degli Studi di Torino
451. Politecnico di Torino
501. Università degli Studi di Perugia
501. Università Cattolica del Sacro Cuore
501. Università degli Studi di Genova
501. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
551. Università degli Studi di Catania
601. Università Ca’ Foscari Venezia

L'articolo Classifica QS World University Rankings: 21 italiane nelle prime 700 posizioni sembra essere il primo su Liveuniversity.

]]>
http://www.liveuniversity.it/2014/04/10/classifica-qs-world-university-rankings-21-italiane-nelle-prime-700-posizioni/feed/ 1 54