Università

Abolizione numero chiuso a Medicina, ministra Grillo: “Pronti per la riforma”

Ad annunciare la possibile abolizione del numero chiuso a Medicina è stata la ministra Grillo durante una conferenza stampa a Roma.

Non è la prima volta che qualche rappresentante del Movimento Cinque Stelle rilascia delle dichiarazioni in merito all’inconsistenza del numero chiuso alla facoltà di Medicina. A rendere manifesta l’intenzione di rivedere il numero programmato è stata ieri la ministra della Salute, Giulia Grillo, durante una conferenza stampa nella sede dei Nas a Roma.

La risposta della Grillo giunge in seguito alle numerose proteste e recriminazioni da parte da alcuni sindacati che denunciano l’emorragia di medici. Essi lamentano, infatti, la difficoltà a colmare il numero di medici necessari in corsia, in seguito al turnover dovuto a Quota 100.

“Bisognava pensare prima che abbiamo una classe medica vecchia – ha dichiarato la Grillo -. Abbiamo un numero chiuso nelle università che mi sono permessa di criticare. E sono stata massacrata da una parte dell’opinione pubblica. Effettivamente, però, c’è bisogno di rinnovamento dei medici, la cui età media è 54 anni e questo non è assolutamente possibile”.

Bisogna riformare il numero chiuso e le Scuole di specializzazione, perché siamo gli unici in Europa ad avere ancora studenti di Medicina di 25 anni – continua la ministra -. Facciamoli entrare direttamente nel mondo del lavoro. Siamo pronti per una riforma però basta lotte corporativistiche, perché il corporativismo in sanità rischia di distruggere la sanità pubblica“.

Connettiti!
Leggi articolo precedente:
Ricerca: 190 atleti morti per la stessa patologia di Astori

Su 700 sportivi morti per cause relative agli arresti cardiaci, il 27% dei decessi è stato causato dalla cardiomiopatia aritmogena,...

Chiudi