Altrazona In copertina

Certificazioni in lingua inglese: ecco quale scegliere

asian girl with a bookOggi il mondo dell’istruzione e del lavoro richiede sempre una marcia in più. Si sente spesso parlare di “Certificazioni della lingua inglese” ma attorno alla scelta c’è un nuvolone d’incertezze.  Diverse sono le certificazioni che le varie scuole rilasciano, ma non tutti ne conoscono il livello e il valore internazionale. In questo breve articolo, cercheremo di fare una classifica e una distinzione delle varie scuole. Precisiamo che non ci sono certificati che hanno maggiore validità e altri meno. Non ne esiste una migliore e una peggiore, in quanto, per il Ministero della Pubblica istruzione, hanno lo stesso valore. Sicuramente le certificazioni più richieste sia nel mondo scolastico che lavorativo sono quelle rilasciate dal Trinity College e quelle della University of Cambridge.

La certificazione Trinity è una certificazione internazionale riconosciuta da molte facoltà e atenei nel Regno Unito e in Italia e rappresenta inoltre una valutazione della competenza linguistica in lingua inglese spendibile in ambito lavorativo. Il Trinity College propone tre tipologie di Certificazioni:

– Trinity GESE
E’ un esame orale (Graded Examinations in Spoken English) strutturato in 12 livelli (denominati Grade) dall’iniziale all’avanzato, che coprono l’intera gamma del Quadro Comune Europeo di Riferimento (da un livello pre-A1 a C2). L’esame consiste in un colloquio individuale con un esaminatore inviato dal Trinity College London e non residente in Italia.

– Trinity ISE
 Si tratti di un esame di Abilità Integrate (orale e scritto), ISE (Integrated Skills in English), disponibile a cinque livelli e comprende quindi 3 parti:

  • Un Portfolio personale di lavori scritti
  • Un esame scritto formale
  • Un colloquio individuale con l’esaminatore Trinity.

–  Trinity SEW

Questa certificazione è utile per chi ha necessità di utilizzare l’inglese nel proprio ambito lavorativo per comunicare con clienti e fornitori, per gestire negoziazioni o vendite con interlocutori stranieri o che lavorano presso aziende che intendono internazionalizzarsi. Il SEW (Spoken English for Work) è disponibile in 4 gradi di certificazione,corrispondenti ai livelli B1, B2.1, B2.3 e C1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento.

Gli esami Cambridge Esol si dividono in cinque livelli che mettono alla prova le diverse abilità linguistiche quali scrittura, lettura, ascolto e comunicazione.

– Key English Test (KET)
Si tratta di un esame di livello elementare, livello A2 del Consiglio d’Europa. Verifica le capacità basilari di comunicazione richieste in situazioni di ogni giorno. E’ adatto a studenti dai 13 anni in su.

– Preliminary English Test (PET)
E’ un esame di livello B1 del Consiglio d’Europa. Verifica le capacità linguistiche a livello pre-intermedio. E’ riconosciuto da numerose facoltà universitarie italiane.

– First Certificate in English (FCE)
E’ un esame di livello B2 del Consiglio d’Europa. Si sostiene di solito a scopi di impiego e di studio.

– Certificate in Advanced English (CAE)
E’ un esame di livello C1 del Consiglio d’Europa e richiede approssimativamente 1000 ore di apprendimento. Attesta una padronanza della lingua che consente di gestirsi nelle situazioni complesse.

– Proficiency in English (CPE)

E’ un esame di livello C2 del Consiglio d’Europa e il più prestigioso degli esami dell’University of Cambridge. Attesta un livello di conoscenza molto elevato, a livello di bilinguismo.

Discorso a parte va fatto per il TOEFL e l’IELTS. Entrambe non fanno parte dell’elenco del Protocollo d’intesa del Ministero, infatti nascono per valutare il livello di inglese di tutti gli stranieri che vogliono accedere ai corsi di laurea o master universitari in Inghilterra e in America, ma data la completezza della prova d’esame, sono accettate molto spesso anche nel mondo universitario italiano e hanno una validità di 2 anni.

Il TOEFL (Test of English as a Foreign Language) è una prova di esame che misura le capacità linguistiche di studenti che non sono di madrelingua inglese.

È richiesto principalmente da college e università statunitensi, inglesi, canadesi, australiane in cui i corsi si svolgono in lingua inglese, ma anche da agenzie governative, organi internazionali e aziende per programmi di scambio o concessione di borse di studio.

Esistono tre versioni del test che conferiscono differenti punteggi:

  • PBT (Paper Based Test)
  • CBT (Computer Based Test)
  • iBT (Internet Based test).

La più utilizzata è la iBT.

L’esame è strutturato in quattro parti:

Reading, listening, speaking e writing. 

L’IELTS, International English Language Testing System, è un certificato pensato per chi desidera studiare e lavorare all’estero o in qualsiasi Paese di lingua inglese. La certificazione IELTS è ufficialmente riconosciuta nel Regno Unito, Australia, Canada, Irlanda, Sud Africa, Nuova Zelanda e Stati Uniti come l’esame per eccellenza al fine di ammissione ai corsi universitari. E’ inoltre riconosciuto in molte università italiane ai fini di conversione di crediti formativi, esonero parziale o totale agli esami di lingua inglese. L’IELTS cura in maniera particolare le capacità del candidato di comunicare in contesti di vita reali, per questo il risultato finale indica le effettive capacità di sapersi esprimere in lingua inglese.

Chi desidera accedere al test ha la possibilità di scegliere tra due moduli:

– ACADEMIC: ideato per coloro che si affacciano al mondo universitario o del lavoro  in  Italia e all’estero.

– GENERAL TRAINING : realizzato per coloro che sono in possesso di  un livello d’istruzione inferiore a quello universitario  e vogliono comunque accedere al mondo del lavoro all’estero conseguendo un certificato di conoscenza della lingua.

Articoli Recenti: LiveUnict

Coronavirus, il Viminale chiarisce: “Sì a camminata genitore-figlio, ma vicino casa”

Coronavirus, il Viminale chiarisce: “Sì a camminata genitore-figlio, ma vicino casa”

Il Viminale ha confermato la possibilità per un genitore di fare una passeggiata con il figlio, ma con le dovute precisazioni.

Coronavirus in Sicilia, a Catania superati i 450 casi: i dati per provincia

Coronavirus in Sicilia, a Catania superati i 450 casi: i dati per provincia

Covid-19 in Sicilia: i dati relativi all’andamento del contagio nell’Isola aggiornati alla giornata di oggi, martedì 31 marzo, così come comunicati dalla Regione Siciliana.

Covid-19 in Italia, ancora 837 decessi: i dati odierni della Protezione Civile

Covid-19 in Italia, ancora 837 decessi: i dati odierni della Protezione Civile

Covid-19 in Italia: il numero di nuovi casi positivi nella conferenza stampa delle 18 della Protezione Civile.

Coronavirus, a Catania pacchi spesa per le famiglie in difficoltà: ecco come richiederli

Coronavirus, a Catania pacchi spesa per le famiglie in difficoltà: ecco come richiederli

Il Comune di Catania ha pubblicato sul suo sito il bando per la richiesta dei pacchi spesa per le famiglie in difficoltà.

Covid-19 in Sicilia, salgono ancora i contagi: i dati della Regione

Covid-19 in Sicilia, salgono ancora i contagi: i dati della Regione

Covid-19 in Sicilia: l’aggiornamento nel bollettino quotidiano della Regione per la giornata di oggi, martedì 31 marzo.

Connettiti!
Leggi articolo precedente:
Spot osé del Ministero in Germania. Farlo al buio per evitare consumo di energia

Erwischt: Meine Eltern #ziek: http://youtu.be/CeDIERGF5Zg Farlo al buio per evitare sprechi di energia elettrica. E' il suggerimento del ministero federale...

Chiudi