Articoli sponsorizzati

Fare trading in sicurezza: quando evitare la truffa dipende solo da te

Temi di ricadere vittima di qualche truffa nel trading? Ebbene, si tratta di un timore comune che molti utenti che si stanno avvicinando per la prima volta al fare trading si stanno probabilmente domandando, e che dimostra quanto sia elevata l’asticella dell’attenzione e del timore nei confronti delle attività di investimento online. Ma c’è davvero da preoccuparsi? Il trading è realmente un’attività così a rischio truffe? Cerchiamo di svelare qualche piccola “verità” che vi permetterà di avvicinarvi con maggiore tranquillità e serenità a questo mondo.

Broker truffa: come starne alla larga

Il rischio principale e più grave che il trader può correre durante le sue attività di trading online è quello relativo all’affidare i propri capitali da investire a un broker truffa, operatori che non sono disciplinati e regolamentati, e che pertanto sono maggiormente in grado di “sparire” non appena il loro meccanismo di frode viene alla luce.

Fortunatamente, dinanzi a tale rischio di elevata gravità, è anche possibile porsi in comodo riparo con qualche semplice accorgimento. Quel che vi consigliamo di fare è infatti quello di cercare di ricondurre le vostre attività esclusivamente in broker regolamentati dalle principali authority di riferimento nazionali e internazionali (in Italia è la Consob, ma potete trovare comunque dei broker regolarmente autorizzati che hanno ottenuto le licenze dagli equivalenti internazionali, come la CySEC o la FCA).

Rivolgendovi a broker regolamentati, come ad esempio l’ottimo broker IqOption, riuscirete a garantirvi interessanti margini di sicurezza, poiché avrete la certezza che quel determinato operatore è stato esaminato dalle autorità di regolamentazione, che ne avranno verificato i principali requisiti di solidità (ad esempio, tra i tanti, il fatto che i soldi dei propri utenti siano separati dai fondi propri, e siano versati in conti correnti intrattenuti presso banche di primissimo piano internazionale).

Fare soldi NON è mai facile!

Chiarito quanto sopra, è bene anche rammentare una piccola regola di buona attenzione che, tuttavia, l’avidità che colpisce molti trader alle prime armi (e non solamente loro), può far passare in secondo piano: fare soldi online, e farli con il trading online, non è mai semplice. Pertanto, se trovate qualcuno che vi promette dei semplici segreti per poter fare dei soldi in sicurezza e con efficacia, probabilmente vi sta mentendo: fare soldi con il trading online presuppone un’attenzione molto elevata nei confronti della fase strategica e di preparazione, una scelta adeguata di asset e politiche operative, una gestione dell’emotività curata sulla vostra personalità, e così via.

Insomma, risulta essere facilmente comprensibile che si tratta di elementi che non possono essere acquisiti o trasferiti con facilità da presunti “esperti”. Per questo motivo, siate sempre molto accorti quando vi avvicinate a nuove opportunità di profitto. A volte potrebbero celare interessanti occasioni di guadagno, ma molto più spesso potrebbero essere delle “fregature” o, nella migliore delle ipotesi, delle false opportunità che vi condurranno a perdite più o meno importanti, e alla conseguente impressione che il trading online non sia – come è – un’attività di investimento da affrontare con serietà e professionalità – bensì una vera e propria truffa.

Articolo Sponsorizzato 

Articoli Recenti: LiveUnipa

Tasse, importi e scadenze iscrizione a.a. 2019/2020 – LiveUnipa

Tasse, importi e scadenze iscrizione a.a. 2019/2020 – LiveUnipa

Il termine di pagamento delle tasse e del contributo onnicomprensivo di iscrizione all’a.a. 2019/2020 è prorogato dal 30 aprile al 31 maggio 2020, non gravato di ulteriore indennità di mora. La proroga e la riduzione dell’indennità di mora si intende applicata anche agli studenti fuori corso che, non dovendo maturare alcuna frequenza didattica, possono effettuare il pagamento delle tasse e del […]

Connettiti!