Attualità

Crimea, attentato in un college: tra gli studenti 18 morti e molti feriti

Diverse le ricostruzioni dell'accaduto: la polizia segue la pista che porta ad uno studente del politecnico di Kerch, mentre si contano una ventina di morti e molti feriti.

È successo ieri, al politecnico di Kerch in Crimea, dove si è consumato un attentato all’interno della mensa del college. Il bilancio provvisorio dell’attacco è di 18 morti e circa 50 feriti: la maggior parte delle vittime sono proprio gli studenti del college di Kerch.

Le indagini della polizia locale hanno dapprima ipotizzato una fuga di gas o addirittura la presenza di un ordigno proprio nella mensa del politecnico. Tuttavia, i testimoni ed i feriti hanno indicato la presenza di uno o più assalitori che hanno cominciato a sparare.

Gli agenti seguendo questa pista sono arrivati ad uno studente, Vladislav Roslyakov, che – ripreso dalle telecamere – è entrato nell’edificio con un fucile ed ha cominciato a sparare sugli studenti. Lo studente è stato, però, trovato senza vita nella biblioteca al secondo piano del college: Vladislav, dopo l’attentato, ha deciso di suicidarsi. Tuttavia, non ci sono ancora informazioni certe sulla dinamica dell’attentato.

Dopo l’attentato, i funzionari locali hanno dichiarato lo stato di emergenza nella penisola del Mar Nero. Hanno anche rafforzato la sicurezza sul ponte di 19 chilometri che collega la penisola con la Russia.

In aggiornamento

Articoli Recenti: LiveUnict

A Catania si consegnano pacchi spesa: 2000 le domande inviate

A Catania si consegnano pacchi spesa: 2000 le domande inviate

Quasi 2.000 domande per i pacchi spesa destinati a coloro che si trovano in difficoltà durante l’emergenza sanitaria; la metà già consegnati.

Coronavirus, buone notizie dal Cannizzaro: altri 4 dimessi

Coronavirus, buone notizie dal Cannizzaro: altri 4 dimessi

Al Cannizzaro di Catania altri 4 pazienti sono stati dimessi dall’ospedale e 2 estubati nelle ultime 24 ore.

LiveUnipa: LiveUniPA

Coronavirus, Musumeci firma ordinanza: “Quarantena per chi arriva dalle zone rosse”

Coronavirus, Musumeci firma ordinanza: “Quarantena per chi arriva dalle zone rosse”

«Chi sbarca in Sicilia, con qualsiasi mezzo, provenendo dalle zone rosse del Nord, ha il dovere di informare il medico di base e porsi in autoisolamento». Lo impone un’ordinanza firmata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e in fase di notifica ai nove prefetti, ai questori ed ai 390 sindaci dell’Isola. Nella sua ordinanza, il governatore […]

Classifica ARWU, Unipa in crisi: per la prima volta oltre il 600° posto

Classifica ARWU, Unipa in crisi: per la prima volta oltre il 600° posto

Palermo registra un calo e scende oltre il 600° posto nella classifica delle migliori università del mondo.

Connettiti!