Università

Miur, nuovi fondi ricerca: 70 milioni per le assunzioni tra 2019 e 2020

Si vogliono stanziare nuovi fondi, con l'obiettivo di assumere più ricercatori per il prossimo biennio. Tutto questo nel disegno della legge di bilancio.

È la conferma delle intenzioni del Miur sull’assunzione di mille ricercatori: lo si nota nella bozza del disegno di legge di bilancio, circolata nella giornata di martedì 23 ottobre. A disposizione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca dovrebbero esserci 20 milioni di euro nel 2019 e 50 milioni nel 2020.

Ciò riguarderà ben mille ricercatori di “tipo B”, in modo da sostenere l’accesso dei giovani alla ricerca e la competitività del sistema universitario italiano a livello internazionale. Inoltre, dopo 3 anni e dopo aver preso l’abilitazione nazionale, questi ricercatori potranno accedere alla carriera di associato.

Un’altra misura che il Miur vuole adottare è quella della chiamata diretta negli enti di ricerca, la quale è effettuata da commissioni – di durata annuale – nominate con decreto del Ministro vigilante, composte da 3/5 esperti del settore di afferenza degli enti.

Articoli Recenti: LiveUnipa

Uno studio sull’epatite B sul GUT, la collaborazione dell’Università di Palermo

Uno studio sull’epatite B sul GUT, la collaborazione dell’Università di Palermo

Allo studio ha partecipato la prof.ssa Grazia Cottone del Dipartimento di Fisica e Chimica-Emilio Segrè dell’Università Palermo. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista Gut

Connettiti!