Attualità

Anonymous attacca le università italiane: online dati riservati [VIDEO]

Attraverso un video pubblico su youtube, il gruppo Hacker ha reso noto un nuovo attacco informatico.

Con un video pubblicato su Youtube il 29 ottobre, il noto collettivo di Hacker Anonymous, in azione con Lulz Security ITA e AntiSecurity ITA,  ha annunciato l’inizio di un attacco informatico che avrà come obiettivi nomi, email e password di amministratori e utenti di diverse istituzioni universitarie del paese.

Il motivo dell’attacco alle istituzioni è stato spiegato dallo stesso collettivo: “Crediamo che l’istruzione sia importantissima e in questo modo speriamo di arrivare a sensibilizzare quante più persone possibili, soprattutto studenti che sono il futuro del nostro Paese”. 

A cadere vittima del primo giorno di attacco sono state università e centri specializzati in materia di biologia, agraria e geologia, tra cui il Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università di Perugia, la Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari dell’Università di Milano e il Dipartimento di Fisica dell’Università di Roma. Ancora peggio è andata all’Università di Verona, dove il portale è stato defacciato, cioè modificato graficamente per mostrare delle immagini scelte dagli hacker al posto del contenuto originale del sito. La lista delle vittime è destinata ad aumentare, e nei giorni a seguire potrebbero essere numerose le università colpite dall’attacco Hacker.

Non è la prima volta che Anonymous Italia agisce per manifestare dissenso nei confronti dell’operato politico: pochi mesi fa infatti, a essere violato era stato il Database del Miur, quando per denunciare lo sfruttamento degli studenti impegnati nel progetto di Alternanza Scuola-Lavoro, gli hacker avevano messo in circolazione 26 mila indirizzi sottratti a provveditorati regionali e all’Indire.

Anche l’ex ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, è stata vittima di un attacco informatico, ma questa volta l’attacco è rivolto a tutto il governo italiano, colpevole secondo il gruppo Hacker di aver usufruito di tragedie e paure delle persone per ottenere silenzioso e obbediente consenso,  promettendo in cambio ordine e pace.

L’attacco informatico durerà fino al 5 novembre, data celebre nella quale viene celebrata la “Congiura delle polveri”, intitolato a Guy Fawkes, divenuto personaggio di culto dopo l’uscita del fumetto e dell’omonimo film V per Vendetta, che rimase vittima del suo stesso complotto perché, tradito, non fu in grado di far saltare in aria il Parlamento inglese e fu subito dopo impiccato.

Connettiti!