Attualità

Viaggi da sola? A Roma un fidanzato in affitto per foto perfette

Vacanza da single? A Roma un fidanzato in affitto garantirà delle foto perfette da sfoggiare sul proprio profilo Instagram.

Chi dice che viaggiare da soli sia una cosa triste e deprimente? Sono sempre moltissime le persone che, al contrario, scelgono di partire alla volta di un viaggio in compagnia di se stessi. Senza avvertire la necessità di una comitiva o di un partner che “abbelliscano” le proprie foto ricordo, decidono di godersi appieno una vacanza da single. Secondo un tour opertor di Roma, però, esibire delle foto invidiabili sul proprio profilo Instagram sarebbe un must di ogni vacanza che si rispetti. Per questo ha deciso di mettere “in affitto” un finto fidanzato da poter sfoggiare nelle foto sul social.

“Insta Boyfriend Rome Private Tour”: è questo il nome del pacchetto vacanza offerto da “Roma Experience”, una società fondata nel 2009 e operante nel settore del business turistico. Oltre a un giro privato della “città eterna”, con visita ai maggiori monumenti, il pacchetto prevede la presenza di un finto fidanzato con cui scattarsi dei selfie “indimenticabili”.

La visita privata di Roma durerebbe circa tre ore e farebbe tappa nei più conosciuti e amati monumenti della città, come, per esempio, il Colosseo, la Cappella Sistina e il Vaticano. Il costo si aggirerebbe, invece, intorno ai 750 euro. Con un “piccolo” sovrapprezzo di 350 euro, però, è possibile prendere in affitto un finto fidanzato che seguirà la turista single durante il tour di Roma e che scatterà dei selfie insieme a lei.

Non proprio un servizio low cost, quindi, nonostante l’esperienza valga in pieno la spesa, questo almeno è quanto garantisce l’agenzia. Il finto fidanzato, infatti, non solo accompagnerà la turista per tutta la giornata, immortalando ogni momento con una foto, ma sarà un vero fotografo professionista. Il fidanzato in affitto prometterà così degli scatti perfetti, da fare invidia ai propri followers su Instagram.

Non sorge il dubbio che un’iniziativa del genere, però, nutra la pura vanità e renda superficiale e vuota l’esperienza del viaggio? In fin dei conti un viaggio, che sia da soli o in compagnia, dovrebbe in primis lasciare un segno in chi lo vive. E se la foto è sfocata poco importa, ci sono sempre i ricordi.

Connettiti!
Leggi articolo precedente:
In un formulario Asl richiesta la “razza” degli studenti

Un formulario dell'Asl distribuito in una scuola di Bolzano è divenuto protagonista indiscusso di una polemica nazionale: sul documento appare...

Chiudi