Università

Dal marciapiede alla “laurea”: la storia della gatta Sissy

Ribattezzata Sissy Sapienza, la gatta è diventata la mascotte ufficiale dell'ateneo romano, coccolata da studenti e professori.

La gatta Sissy è stata trovata circa otto anni fa malconcia e con un occhio malato davanti a una delle cliniche universitarie da un custode. L’uomo l’ha tratta in salvo portandola nella struttura teatrale all’interno della Città della Sapienza che è diventata la sua nuova casa.

Da quel momento Sissy non ha più lasciato l’ateneo romano e ne è diventata la mascotte ufficiale, coccolata dagli studenti e dall’intero personale. Proprio loro le hanno consegnato “ad honorem” un tesserino di riconoscimento con nominativo e fotografia posti sopra il simbolo stampato dell’ateneo.

Un anno fa è stato aperto anche un profilo Facebook, una pagina interamente dedicata alla vita della gatta all’interno dell’università.

Connettiti!
Leggi articolo precedente:
Bebe Vio: sì alla laurea, ma dopo le Olimpiadi 2020

Bebe Vio si racconta: per la campionessa olimpica la laurea in Comunicazioni e relazioni internazionali arriverà, ma tra un paio...

Chiudi