Uncategorized

Discute la tesi di dottorato in lingua Quechua: è la prima volta nella storia

Roxana Quispe, docente dell'Università di San Marcos a Lima, rievoca la lingua degli antichi Incas discutendo la sua tesi di dottorato nella lingua Quechua.

Dopo 500 anni, la lingua Quechua entra in un’università. Una dottoranda si è infatti aggiudicata la lode discutendo il proprio elaborato finale nell’antica lingua latina. La tesi è stata discussa all’Università di San Marcos a Lima, la più antica dell’America latina. Si tratta di un evento molto importante, in quanto nessuno prima d’ora aveva discusso una tesi nella lingua degli antichi Incas. Fino al 15 ottobre, grazie a Roxana Quispe.

La donna è una docente universitaria che ha discusso la sua tesi di dottorato in Educazione dandole un valore affettivo, al di là di quello professionale. Infatti, Quispe è nata a Cusco, antica capitale dell’impero Inca. Il tutto non senza poche difficoltà, perché oltre ad aver discusso la tesi in lingua Quechua ha dovuto anche scriverla nella lingua degli antenati. La commissione ha apprezzato molto l’elaborato, tanto da conferirle il massimo dei voti.

Quispe racconta che ha dovuto viaggiare nelle altre province di Canas (a sud di Cusco) per ottenere la traduzione e il significato dei toponimi, in quanto gli stessi genitori, nonni e insegnanti non ne conoscevano il significato e quindi non sono riusciti ad aiutarla.

A parlare la lingua Quechua ancora oggi, al contrario di quanto si pensa, è un gran numero di abitanti: su 32 milioni di peruviani, infatti, quattro milioni parlano Quechua come lingua madre e vivono in aree andine come Ayacucho e Cusco, antica capitale dell’impero Inca, fiorita nel XV e XVI secolo, fino a quando è finita nelle mani dei conquistatori spagnoli.

Per molto tempo vi è stata una chiusura nei confronti della lingua, proibita persino in famiglia, ma fortunatamente la situazione adesso è cambiata. Il Quechua viene usato in politica e dal 2016 anche nella rete radiotelevisiva pubblica (IRTV), che introdotto programmi in questa lingua. Questo è senza dubbio uno stimolo all’apertura a una lingua millenaria, ufficiale in Perù dal 1968, e il contributo della tesi di Quispe potrebbe portare a dei riconoscimenti anche a livello accademico.

Secondo quanto riporta il quotidiano spagnolo El Pais, la popolazione di lingua quechua cresce. Nel 2017, 441.000 peruviani in più rispetto al 2007 si sono dichiarati di lingua quechua. Un milione di parlanti Quechua vive a San Juan de Lurigancho, il quartiere più popoloso di Lima.

Articoli Recenti: LiveUnict

A Catania si consegnano pacchi spesa: 2000 le domande inviate

A Catania si consegnano pacchi spesa: 2000 le domande inviate

Quasi 2.000 domande per i pacchi spesa destinati a coloro che si trovano in difficoltà durante l’emergenza sanitaria; la metà già consegnati.

Coronavirus, buone notizie dal Cannizzaro: altri 4 dimessi

Coronavirus, buone notizie dal Cannizzaro: altri 4 dimessi

Al Cannizzaro di Catania altri 4 pazienti sono stati dimessi dall’ospedale e 2 estubati nelle ultime 24 ore.

LiveUnipa: LiveUniPA

Coronavirus, Musumeci firma ordinanza: “Quarantena per chi arriva dalle zone rosse”

Coronavirus, Musumeci firma ordinanza: “Quarantena per chi arriva dalle zone rosse”

«Chi sbarca in Sicilia, con qualsiasi mezzo, provenendo dalle zone rosse del Nord, ha il dovere di informare il medico di base e porsi in autoisolamento». Lo impone un’ordinanza firmata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e in fase di notifica ai nove prefetti, ai questori ed ai 390 sindaci dell’Isola. Nella sua ordinanza, il governatore […]

Classifica ARWU, Unipa in crisi: per la prima volta oltre il 600° posto

Classifica ARWU, Unipa in crisi: per la prima volta oltre il 600° posto

Palermo registra un calo e scende oltre il 600° posto nella classifica delle migliori università del mondo.

Connettiti!