Notizie universitarie » Toscana » Università di Pisa » UNIPI – Opening the Past 2014: ovvero come raccontare l’archeologia attraverso le nuove tecnologie
Toscana Università di Pisa

UNIPI – Opening the Past 2014: ovvero come raccontare l’archeologia attraverso le nuove tecnologie

FB_2GOpening the Past 2014: ovvero come raccontare l’archeologia attraverso le nuove tecnologie

Università di Pisa –  Domani 23 maggio al Polo Carmignani dell’Università di Pisa in piazza dei Cavalieri si svolgerà “Opening the Past 2014”, una giornata a dedicata all’archeologia e ai modi di raccontare il passato anche attraverso l’uso delle nuove tecnologie. I lavori cominceranno alle 9,30 e alle 18 ci sarà la proiezione aperta al pubblico e gratuita del film “Bomba Libera Tutti –  Pisa 1940/1944” di Lorenzo Garzella, Nicola Trabucco, Domenico Zazzara e prodotto dall’Acquario della Memoria.

Opening the Past 2014 vuole illustrare i diversi aspetti dello storytelling, cercando di stimolare il dibattito e provando a lanciare, tramite il contributo dei partecipanti, alcune proposte. Aprire il passato significa raccontarlo. Alla comunità scientifica sì, ma soprattutto alla comunità dei cittadini a cui, il lavoro degli archeologi e, più in generale, degli operatori dei beni culturali deve rivolgersi.

“E’ sempre più necessario che l’archeologo veicoli – spiega la professoressa Maria Letizia Gualandi del Dipartimento di Civilta’ e Forme del Sapere dell’Ateneo Pisano –  il racconto dell’archeologia (metodi, scoperte, professione), utilizzando gli strumenti della contemporaneità (nuovi e vecchi media, social network, realtà virtuale) e cercando nuove strade come quelle legate agli open data, al mondo dei makers o alla gamification, utilizzando la scrittura, l’oralità, le immagini, la condivisione e la collaborazione per produrre un racconto efficace e sempre più immersivo”.

Articoli Recenti: LiveUnipa

Quanto guadagnano i laureati dell’Università di Palermo? I dati di University Report 2020

Quanto guadagnano i laureati dell’Università di Palermo? I dati di University Report 2020

La versione dello studio di JobPricing sull’area dell’istruzione per l’anno 2020 è stata pubblicata. Tra gli atenei analizzati è presente anche quello palermitano: quali risultati ha ottenuto l’Università di Palermo?

Connettiti!