Uncategorized

UNIVR – I nuovi organi di governo dell’università di Verona. I membri del Consiglio di amministrazione e del Senato accademico di ateneo

Nominati i componenti del nuovo Consiglio di amministrazione ed eletti i membri del Senato accademico dell’università di Verona che saranno in carica per il triennio accademico 2015/2018.

Università-Verona

Il nuovo Cda di ateneo è composto da cinque membri scelti all’interno della comunità accademica e da tre esterni. I componenti interni sono Maria Caterina Baruffi, docente di Diritto internazionale, Carlo Combi, docente di Informatica, Mario Longo, docente di Storia della filosofia, Aldo Scarpa, docente di Anatomia patologica. In rappresentanza del personale tecnico e amministrativo è stata nominata Maria Gabaldo, responsabile dell’Area ricerca di ateneo. Sono, inoltre, stati confermati come membri esterni del consiglio di amministrazione Francesco Benedetti, dottore commercialista, amministratore e sindaco di società ed enti pubblici, privati e organizzazioni non profit e Margherita Forestan, pluridecennale esperienza nel settore editoriale e attualmente Garante dei diritti delle persone private della libertà personale per il Comune di Verona. Entra a far parte del Cda anche Bruno Giordano, presidente del Gruppo Giordano, presidente e amministratore delegato di Idea Spa. L’organo collegiale, presieduto dal Rettore Nicola Sartor, è inoltre composto da Luca Capuzzo e Ilaria Righetti in rappresentanza degli studenti. Il Cda è l’organo d’indirizzo strategico, di programmazione e controllo della gestione amministrativa, finanziaria e patrimoniale dell’università.

I componenti del Cda sono stati nominati giovedì 12 novembre dai componenti Senato Accademico di ateneo anch’esso rinnovato con le elezioni del 15 ottobre scorso. Il nuovo Senato accademico è composto da sei direttori di dipartimento: Claudio Baccarani di Economia aziendale, Roberta Facchinetti di Lingue e letterature straniere, Gian Paolo Romagnani di Culture e Civiltà, Domenico De Leo di Diagnostica e Sanità pubblica, Andrea Sbarbati di Scienze neurologiche, biomediche e del movimento e Franco Fummi di Informatica. In rappresentanza dei docenti ordinari sono stati eletti Diego Lubian di Econometria, Luisa Prandi di Storia greca, Giovanni De Manzoni di Chirurgia generale e Paola Dominici di Biochimica. In rappresentanza dei professori associati sono stati eletti Alessandra Cordiano di Diritto privato, Leonida Tedoldi di Storia delle istituzioni politiche, Giovanni Gotte di Biochimica e Francesca Monti di Fisica sperimentale. Paolo Butturini di Diritto commerciale, Caterina Martinelli di Geografia, Luca Giacomello di Chirurgia pediatrica e infantile e Damiano Carra di Sistemi di elaborazione delle informazioni, rappresentano,  invece, i ricercatori. Sono stati, inoltre, nominati Giovanna Brendolan, Moreno Ferrarini, Giorgio Gugole e Mauro Marrella in rappresentanza del personale tecnico e amministrativo e Leonardo Frigo, Daniela Pili e Valerio Zani in rappresentanza degli studenti.

Articoli Recenti: LiveUnict

A Catania si consegnano pacchi spesa: 2000 le domande inviate

A Catania si consegnano pacchi spesa: 2000 le domande inviate

Quasi 2.000 domande per i pacchi spesa destinati a coloro che si trovano in difficoltà durante l’emergenza sanitaria; la metà già consegnati.

Coronavirus, buone notizie dal Cannizzaro: altri 4 dimessi

Coronavirus, buone notizie dal Cannizzaro: altri 4 dimessi

Al Cannizzaro di Catania altri 4 pazienti sono stati dimessi dall’ospedale e 2 estubati nelle ultime 24 ore.

LiveUnipa: LiveUniPA

Coronavirus, Musumeci firma ordinanza: “Quarantena per chi arriva dalle zone rosse”

Coronavirus, Musumeci firma ordinanza: “Quarantena per chi arriva dalle zone rosse”

«Chi sbarca in Sicilia, con qualsiasi mezzo, provenendo dalle zone rosse del Nord, ha il dovere di informare il medico di base e porsi in autoisolamento». Lo impone un’ordinanza firmata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e in fase di notifica ai nove prefetti, ai questori ed ai 390 sindaci dell’Isola. Nella sua ordinanza, il governatore […]

Classifica ARWU, Unipa in crisi: per la prima volta oltre il 600° posto

Classifica ARWU, Unipa in crisi: per la prima volta oltre il 600° posto

Palermo registra un calo e scende oltre il 600° posto nella classifica delle migliori università del mondo.

Connettiti!