Università di Bologna

Maturità 2019: bocciato all’esame, ammesso a Ingegneria

Lo studente bolognese è stato rimandato all'esame di maturità 2019 pur avendo superato con successo i Tolc per Ingegeria.

Il curioso caso si è verificato a Bologna e, inutile dirlo, sta già scatenando le polemiche di genitori e non solo. Uno studente dell’istituto scientifico Enrico Fermi è stato rimandato all’esame di maturità 2019 e dovrà ripetere l’anno. Nulla di strano, viene da pensare che si tratti semplicemente di uno studente poco preparato.  La cosa insolita, tuttavia, è il fatto che l’alunno bolognese avesse superato con successo il Tolc di Ingegneria.

La notizia, riportata da “Il Resto del Carlino”, sta facendo molto discutere l’opinione pubblica. Ci si chiede, infatti, come un alunno con buoni risultati scolastici possa aver superato un complicato test d’ammissione universitario, ma non  l’esame di maturità. A insospettire è, inoltre, il fatto che l’intera classe abbia ottenuto voti finali degni di una schedina calcistica.

La maturità 2019 per i ragazzi della sezione Vs, quella dello studente bocciato, è stata un vero e proprio incubo. Si sono visti travolgere, infatti, da una pioggia di 60 e dintorni, pur presentandosi con buoni voti. Agli scritti, addirittura, soltanto due studenti hanno superato con sufficienza la prova di italiano e soltanto uno la prova di matematica. Il resto della classe ha collezionato punteggi dal cinque in giù.

L’alunno rimandato, comunque, non riesce a darsi pace. “A marzo – raccontano i genitori al Resto del Carlino – aveva sostenuto il Tolc per Ingegneria, aveva ottenuto 27. Voleva riprovarlo adesso dopo la maturità, per cercare di ottenere un punteggio più alto. Sta vivendo la bocciatura come un’ingiustizia“. Tra l’altro lo studente non aveva mai dato segnali si una preparazione scadente. “Dall’orale era uscito addirittura contento – continuano i genitori – studia, si impegna, è stato sempre promosso“.

I genitori contro la maturità 2019: pronti al ricorso

Ma i genitori dell’alunno bocciato non sono gli unici pronti a dare battaglia. Anche i parenti dei compagni di classe non sembrano affatto contenti dell’esito degli esami di maturità 2019. Altri studenti avevano superato con successo i Tolc, tranne che poi ottenere voti bassi alla maturità. Tra questi, un alunno si era piazzato quinto su 96 al Tolc di Ingegneria chimica e settimo su cento a Chimica industriale.

A partire dai prossimi giorni, quindi, i genitori invaderanno la segreteria dell’Enrico Fermi per richiedere la visione degli atti, passaggio fondamentale per il ricorso. Inoltre, anche gli studenti della Vt si ritengono delusi e amareggiati dall’esito dell’esame, condotto dalla medesima commissione della Vs. Si tratta, in alcuni casi, di studenti particolarmente talentuosi, ammessi con buoni voti e partecipanti anche alle Olimpiadi di matematica.

È una ferita profonda, inguaribile, uno sfregio a 5 anni di studio serio e costante. Vorremmo solo capire – hanno dichiarato alcune mamme – cosa si provi ad infrangere i sogni di questi ragazzi, a svilire il loro lavoro, a violentare la loro fiducia in un mondo che credono ancora poter essere giusto“.

 

 

 

Connettiti!
Leggi articolo precedente:
Lavorare al Ministero della Giustizia: in arrivo concorso per 2753 funzionari

Il Ministero della Giustizia sta pensando a un bando di concorso per assumere nuovi funzionari giudiziari e svecchiare gli uffici.

Chiudi