Attualità

Studente si toglie la vita il giorno della laurea: aveva mentito su fine esami

La tragedia di un giovane studente di ingegneria, Nicholas Turner, che, a soli 23 anni, si è tolto la vita proprio nel giorno previsto per la sua laurea perché non sopportava più il peso delle bugie dette ai suoi cari.

Nicholas Turner, originario del Kent, aveva 23 anni e una vita ancora lunga da vivere. Una vita che, proprio lui, ha deciso di voler terminare, impiccandosi davanti alla porta di casa dei suoi genitori. La tragedia si è consumata la scorsa estate a Tunbridge Wells, nel Kent, dove il ragazzo era tornato per annunciare ai genitori di aver terminato gli studi e la data dell’imminente laurea. Peccato che, dietro queste felici affermazioni, si celasse un’enorme bugia: il ragazzo aveva fallito il suo esame di ingegneria e per questo era saltata la sua sessione di laurea.

Per mesi ha tenuto nascosto tutto ai genitori, che la mattina dello scorso 23 luglio sono usciti di casa pronti per andare a vedere loro figlio laurearsi. Invece, lo spettacolo di fronte ai loro occhi è stato ben altro: il ragazzo era ormai esanime, appeso alla corda che aveva usato per impiccarsi.

Connettiti!
Leggi articolo precedente:
Finlandia, sangue a scuola: studente con fucile e spada uccide e semina il panico

Un 25enne armato di spada si è recato in una scuola finlandese e ha causato la morte di una persona...

Chiudi