Umbria Università di Perugia

Università a numero programmato, chi si iscrive entro luglio non fa il test

Una sorta di lasciapassare, quello concesso agli studenti che  si iscrivono entro il mese di luglio nelle università a numero chiuso. Chi ha le idee chiare e sceglie in largo anticipo, si iscrive  senza  sostenere il test d’accesso.

La notizia arriva dall’Università di Perugia . Il nuovo sistema o, nasce dall’esigenza di premiare coloro che hanno le idee chiare e che scelgono un corso particolare in largo anticipo anziché un altro, dimostrando passione e profondo interesse verso certe discipline. In sostanza con questa proposta si andrebbero a premiare da un lato le matricole più brave,e dall’altro, giocoforza, si andrebbe ad innescare una sana competizione tra gli atenei. Quello che succede oggi è che con l’inserimento del numero programmato, al quale tutti gli istituti universitari devono adeguarsi, entrano tanti più iscritti quanto più sono i professori. Questa situazione punta a porre un freno anche all’incremento del 39% delle iscrizioni all’ateneo perugino dell’anno precedente. E così, per l’anno accademico 2017-2018 accesso programmato per Biotecnologie, Chimica, Farmacia, Filosofia e Scienze e tecniche psicologiche, Scienze biologiche, Scienze motorie e per la laurea magistrale in Psicologia clinica. Per entrare più nel merito, spiega Palazzo Murena, i primi immatricolati fino al 31 luglio che confermano l’iscrizione entro il 29 agosto evitano il test. Ma per non dover fare il test, occorre che prima si verifichi una precondizione,in mancanza della quale questa decisione non può essere applicata. Il gruppo di studenti che chiederanno l’esenzione dal test, non dovrà superare la quota fissata dal numero chiuso. Per fare un esempio, se per un corso è stabilita la soglia di 200 iscrizioni e i preiscritti sono 150, tutti i 150 evitano il test di sbarramento e i 50 posti rimanenti vengono nuovamente banditi. Se invece i preiscritti fossero 300 e i posti a disposizione sarebbero  200, a tutti toccherà fare il test. Per questo, l’Ateneo di Perugia ha stabilito tre finestre entro le quali replicare il meccanismo del “chi prima arriva salta il test”.

Articoli Recenti: LiveUnict

Coronavirus, il Viminale chiarisce: “Sì a camminata genitore-figlio, ma vicino casa”

Coronavirus, il Viminale chiarisce: “Sì a camminata genitore-figlio, ma vicino casa”

Il Viminale ha confermato la possibilità per un genitore di fare una passeggiata con il figlio, ma con le dovute precisazioni.

Coronavirus in Sicilia, a Catania superati i 450 casi: i dati per provincia

Coronavirus in Sicilia, a Catania superati i 450 casi: i dati per provincia

Covid-19 in Sicilia: i dati relativi all’andamento del contagio nell’Isola aggiornati alla giornata di oggi, martedì 31 marzo, così come comunicati dalla Regione Siciliana.

Covid-19 in Italia, ancora 837 decessi: i dati odierni della Protezione Civile

Covid-19 in Italia, ancora 837 decessi: i dati odierni della Protezione Civile

Covid-19 in Italia: il numero di nuovi casi positivi nella conferenza stampa delle 18 della Protezione Civile.

Coronavirus, a Catania pacchi spesa per le famiglie in difficoltà: ecco come richiederli

Coronavirus, a Catania pacchi spesa per le famiglie in difficoltà: ecco come richiederli

Il Comune di Catania ha pubblicato sul suo sito il bando per la richiesta dei pacchi spesa per le famiglie in difficoltà.

Covid-19 in Sicilia, salgono ancora i contagi: i dati della Regione

Covid-19 in Sicilia, salgono ancora i contagi: i dati della Regione

Covid-19 in Sicilia: l’aggiornamento nel bollettino quotidiano della Regione per la giornata di oggi, martedì 31 marzo.

Connettiti!
Leggi articolo precedente:
UNICAM – Ciak si riparte: al via da Camerino il progetto “Furgoncinema”

Parte da Camerino domenica 16 luglio il progetto “Furgoncinema”: Unicam è infatti partner dell’Associazione “Aristoria”, presieduta da Lorenzo Montesi e...

Chiudi